Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Umbertide, operaio caduto da un capannone. Molinari (Uil): "Sicurezza sul lavoro, servono i fatti"

Maurizio Molinari Maurizio Molinari, segretario generale Uil dell'Umbria

Dopo l'ennesimo incidente sul lavoro, un operaio è in gravi condizioni dopo essere caduto dal tetto di un capannone a Umbertide, è intervenuto sulla questione Maurizio Molinari, segretario generale della Uil dell'Umbria. "Quante vite dovranno ancora essere spezzate prima che le Istituzioni si muovano e mettano in campo qualcosa di concreto per mettere fine alla mattanza delle morti e degli infortuni sul lavoro? In un sabato 17 febbraio insanguinato dalle vittime del cantiere di Firenze, anche la nostra Umbria fa i conti con un ennesimo incidente sul lavoro, con un operaio di 30 anni caduto dal tetto di un'azienda di Umbertide. Il giovane è caduto dall'altezza di cinque metri ed è ricoverato ora in prognosi riservata. L'ennesimo fatto grave, che doveva essere scongiurato e che poteva essere evitato. Per questo torniamo a chiedere alla Regione Umbria di convocare un tavolo per prendere in esame la piattaforma unitaria di Cgil, Cisl e Uil con iniziative concrete per arginare la strage delle morti sul lavoro. Servono più controlli - continua il segretario Molinari -, un meccanismo premiante per le aziende virtuose e ulteriori investimenti nella formazione. Il tutto con un attentissimo e scrupoloso monitoraggio. È giunto il momento di passare dai proclami e gli impegni, ai fatti. Lo ribadiremo nelle iniziative che si svolgeranno nelle prossime ore. La Uil Umbria, inoltre, parteciperà in delegazione alla manifestazione di mercoledì a Firenze".

Andrea Pescari dopo la laurea triennale al corso di Scienze della comunicazione dell'Università di Perugia, ha conseguito la magistrale in Comunicazione pubblica, digitale e d?impresa con una tesi su...