Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Schiaffo all'arbitro, la Grifo Sigillo si difende: "Sanzioni ingiuste"

Arbitro di calcio Arbitri nel mirino

In merito alla vicenda del dirigente squalificato fino al 28 febbraio 2028 per uno schiaffo in faccia all'arbitro e al -2 in classifica per la Grifo Sigillo, ieri ha preso la parola la società che è passata la contrattacco dopo la sentenza del giudice sportivo. "L'Asd Grifo Sigillo - si legge in una nota del club che milita in Promozione A -, in tutte le sue componenti, ritiene che le decisioni assunte dal giudice sportivo territoriale e riportate nel comunicato ufficiale numero 137 del 21 febbraio 2024, siano ingiuste rispetto ai fatti realmente accaduti durante l'incontro di calcio del 17 febbraio. Per tale motivo sono già state intraprese le opportune azioni a tutela sia della società, sia del dirigente coinvolto".

Tommaso Ricci, classe 1980, perugino residente a Corciano, è il più grosso giornalista che il Corriere dell'Umbria possa vantare: mai sceso sotto il quintale dal giorno dell'assunzione, arrivata - n...