Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Pallonata e pestone all'arbitro: giocatore del Norcia fermato fino a giugno 2028

Arbitro generica Ancora violenza sui campi dell'Umbria

Quasi quattro anni e mezzo di squalifica (fino al 30 giugno 2028) a un calciatore del Norcia, in Seconda categoria. E' quanto stabilito dal giudice sportivo dell'Umbria. Il motivo? Perché il giocatore "afferrava il pallone - si legge nel comunicato della Figc - e lo sferrava con violenza all'indirizzo dell'arbitro colpendolo al volto, così da procurargli dolore, soprattutto alla parte vicina all'occhio sinistro. Ricevuto il rosso, pestava con forza il piede destro dell'arbitro (utilizzando soprattutto i tacchetti) causandogli forte dolore. Al termine della partita, il giocatore rientrava nell'area spogliatoi, ponendosi dinanzi alla porta di ingresso e, impedendo all'arbitro di passare, gli stringeva con forza la mano causandogli dolore. Al termine della partita l'arbitro era costretto a rivolgersi al Pronto soccorso ove gli venivano diagnosticati contusione OS e contusione piede destro e problemi della vista con conseguente prescrizione di vari farmaci riposo assoluto per 7 giorni"

Tommaso Ricci, classe 1980, perugino residente a Corciano, è il più grosso giornalista che il Corriere dell'Umbria possa vantare: mai sceso sotto il quintale dal giorno dell'assunzione, arrivata - n...