Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Arbitro di Città di Castello aggredito: è successo nel campionato Amatori Figc

Arbitro di calcio Direttori di gara nel mirino

Giovane arbitro aggredito durante una partita di Amatori Figc prima sospende la gara, poi si rifugia dentro lo spogliatoio e chiama i carabinieri e alla fine torna in campo e chiude il match. Succede ad Anghiari. L'ufficiale di gara, successivamente si è recato al pronto soccorso dove è stato refertato con cinque giorni a seguito di una ecchimosi. Una brutta parentesi di sport quella che si è consumata, lunedì 25 marzo, al campo sportivo Procelli, ai piedi di Anghiari. In campo le squadre di Atletico Gricignano e Pistrino: gara valevole per la 23esima giornata del campionato Amatori Figc di Città di Castello, girone unico, disputata proprio sul rettangolo verde anghiarese a seguito dell'impraticabilità del campo di Gricignano perché non illuminato. Il tutto avviene allo scadere di tempo quando sul cronometro dell'arbitro della sezione Aia Città di Castello, mancavano meno di 30 secondi. L'ufficiale di gara assegna un calcio di punizione in area in favore del Pistrino, squadra difendente, mentre la squadra in attacco, il Gricignano, chiede il calcio di rigore, non concesso. Da qui il patatrac. Secondo testimoni presenti, si scaldano i toni e anche le parole: due giocatori ricevono il rosso diretto, mentre due dirigenti dell'Atletico Gricignano entrano in campo e si accaniscono pesantemente nei confronti dell'arbitro. La gara viene subito sospesa e iniziano una serie di spintoni, tentativi di confronto e anche parole pesanti. Nella mischia l'arbitro viene raggiunto da un colpo al braccio. A quel punto il direttore di gara corre verso lo spogliatoio da dove chiama il 112. Nell'arco di pochi minuti al campo sportivo Procelli interviene una pattuglia dei carabinieri della Stazione di Anghiari per riportare la calma. La gara viene poi ripresa e terminerà con la vittoria del Pistrino, mentre l'arbitro prima di lasciare il terreno di gioco compila il referto e lo trasmette agli organi federali. Prima di fare ritorno a casa, però, si è recato spontaneamente al pronto soccorso dell'ospedale della Valtiberina dove è stato visitato dal personale medico poiché ? a suo dire ? accusava dei dolori all'altezza dell'arto superiore; i medici gli hanno poi refertato cinque giorni di prognosi per una ecchimosi al braccio.