Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Motori, Yaris, 14 Cv in più per: Lounge, Gr Sport e Premiere Edition

Toyota-Yaris-130-1

E' esagerato parlare di nuova Toyota Yaris, piuttosto di un aggiornamento, per le tre versioni al top: Lounge, Gr Sport e Premiere Edition. Un aggiornamento, che si traduce sostanzialmente in una rimappatina al noto sistema ibrido, che guadagna 14 Cv, arrivando a 130 in totale. Ci sono anche nuove app, nuove funzioni e nuove tinte, ma la sostanza è rappresentata dall'incremento prestazionale. La Toyota, in linea con il principio nipponico "Kaizen", sostiene che: "Le cose possono essere sempre migliorate" ed hanno ragione. Quello che non capiamo è: perché dare una pompatina al motore, che sicuramente non comporta grosse spese produttive e lasciare in gamma anche l'attuale versione da 116 Cv. Misteri del marketing.
La Yaris, dunque, propone un aggiornamento del noto sistema ibrido, sempre basato sul 3 cilindri benzina di 1.5 litri, che in totale arriva a 130 Cv. Tecnologia ibrida di quinta generazione, leggiamo, che dovrebbe offrire, soprattutto, un'accelerazione più decisa. Il termico resta invariato, a cambiare è il generatore elettrico, che passa da 59 kW a 62 kW, sempre integrato nel sistema transaxle, ovviamente supportato da un nuovo software e da un nuovo hardware, per l'unità di controllo della potenza (PCU). I Cv, dunque, aumentano del 12%: da 116 CV/85 kW a 130 CV/96 kW. Aumenta anche la coppia, sempre grazie all'unità elettrica: un +30% (da 141 Nm a 185 Nm). Anche se, per un mezzo di questo tipo, non ha senso, parliamo anche di prestazioni. Ricordiamo, che la Yaris ha un cambio di tipo a variazione continua, che non va mai strapazzato. Comunque, in casa ci tendono a sottolineare che: l'auto vanta mezzo secondo in meno sullo 0-100 km/h, che scende a 9,2 secondi e 7,5 secondi sull'80-120. Migliorato anche il consumo carburante (4,2-4,3 l/100 km, su ciclo combinato WLTP), grazie a funzioni come: il controllo predittivo dello stato di carica (SOC), per le condizioni di guida in discesa e nel traffico, grazie all'utilizzo dei dati del sistema di navigazione, per mantenere sempre in carica la batteria.
Internamente, le 130 Cv montano un display da 12,3 pollici, per la strumentazione, con grafica a colori, estremamente personalizzabile (sono disponibili 12 visualizzazioni) e si possono aggiungere dei widget ai display, anche quello centrale (touchscreen da 10,5 pollici), per accedere a ulteriori informazioni e funzioni. Non manca l'assistente vocale ed anche questo (poca fantasia), si sveglia al motto di "Hey Toyota". Ovviamente, c'è piena integrazione con Apple CarPlay e Android Auto. Solo su Premiere e GR SPORT, c'è anche la Digital Key, disponibile per un massimo di 5 utenti, utilizzabile tramite smartphone. L'assistenza alla guida è affidata al Toyota Safety Sense, anche questo di ultima generazione ed arrivano: una nuova telecamera e un nuovo radar, in grado di effettuare una scansione più ampia e profonda e di migliorare l'efficienza di tutti gli Adas. C'è un nuovo sistema, il Proactive Driving Assist (PDA), nato per aiutare ad evitare i rischi di incidenti, quando si guida a bassa velocità e l'auto guadagna lo "Steering Assist" (l'assistenza automatica sullo sterzo) in curva. I prezzi dovrebbero partire dai 29.400 euro.

Toyota-Yaris-130-2
Toyota-Yaris-130-3

Giovanni Massini, romano, classe 1956, professionista, laureato in Legge nel 1979. Inizia a scrivere di motori, infrastrutture e trasporti nel 1990, per diventare presto capo redattore, presso la rivi...