Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Motori, nuovi Adas e 6 airbag, per la nuova Pandina: più "ISA" della Panda

Fiat-Pandina-1

Non a caso, in Fiat hanno scelto proprio la data del 29 febbraio, per la presentazione della nuova "Pandina". Non si tratta della sorella più piccola della nota city car, anche se non sarebbe, a nostro avviso, un'idea sbagliata, ma di un aggiornamento in chiave tecnologica, dell'attuale versione, che l'avvicina all'imminente obbligo europeo "ISA". Prima di scendere nel dettaglio, ricordiamo che la prima Panda, venduta ormai in più di 8 milioni di esemplari, fu presentata proprio il 29 febbraio del 1980, alla presenza dell'allora Presidente della Repubblica Sandro Pertini. "Pandina" è il nome di una di una, diciamo, serie speciale, aggiornata con: nuovi sistemi avanzati di assistenza alla guida (ADAS), di un nuovo quadro digitale e di un nuovo volante. Da brava serie speciale, l'auto ha una specifica caratterizzazione estetica, sia esterna, che interna, ma è davvero cosa di poco conto: il musetto di un panda stampato sul coprimozzo, le calotte degli specchietti retrovisori gialli, la scritta Pandina sulle modanature laterali, la serigrafia "Pandina" sul finestrino posteriore e nuovi abbinamenti cromatici a contrasto (bicolore); una nuova fascia della plancia verniciata di bianco e nuovi sedili con monogramma e logo "Pandina" ed un nuovo quadro strumenti da 7 pollici completamente digitale.
Arrivando al sodo, i nuovi Adas (niente che non si trovi già su altre vetture) crescono, soprattutto grazie ad una telecamera frontale, montata sullo specchietto retrovisore interno. Vediamo qualche nuovo arrivo: sistema di frenata automatica d'emergenza, sistema di mantenimento della carreggiata, rilevatore di stanchezza e, soprattutto, il riconoscimento della segnaletica stradale e questo, secondo noi, rappresenta il verso nocciolo della questione. Per chi non lo sapesse, da luglio di quest'anno, l'Unione Europea obbliga tutti i produttori, a dotare le nuove auto del sistema "ISA", acronimo di: Intelligent Speed Assistance. Un marchingegno, che noi abbiamo sperimentato su altre auto e che spesso non funziona, soprattutto per colpa della segnaletica mal messa. Un sistema che "Dovrebbe" addirittura arrivare a ridurre autonomamente la velocità, dopo aver avvisato l'utente birichino o distratto, un sistema (fortunatamente) disattivabile. Questa nuova serie speciale arriverà in commercio entro quest'estate. La Panda, si legge nel comunicato, sarà prodotta presso lo stabilimento di Pomigliano d'Arco: "Almeno fino al 2027". E dopo? Il Manzoni docet: "Ai posteri l'ardua sentenza".

Fiat pandina-2
Fiat Pandina-3

Giovanni Massini, romano, classe 1956, professionista, laureato in Legge nel 1979. Inizia a scrivere di motori, infrastrutture e trasporti nel 1990, per diventare presto capo redattore, presso la rivi...