Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Motori, Volvo EX30: i prezzi partono da 35.900 euro

Volvo-EX30-1

La Volvo, ormai, punta tutto sull'elettrico e l'obiettivo è abbastanza ambizioso: arrivare ad essere un'azienda "Climate neutral" entro il 2040; vendere solo auto elettriche dal 2030; produrre il 50% di auto elettriche, già dal 2025. Certo che, ad oggi, questa scelta di abbandonare anzi tempo i termici, potrebbe pesare, ma le vendite globali Volvo, per il 2023, fanno segnare un +15%, per un totale di ben 708.761 unità, con un deciso incremento per le elettriche: +70% rispetto al 2022. In Italia, la crescita è lo stesso decisa: +18% rispetto al 2023, per 19.017 immatricolazioni e le consegne, per l'anno in corso, sono previste ancora in crescita (22.600 unità). Per quanto riguarda l'argomento del giorno, la nuova EX30, già il primo bimestre dell'anno ha collezionato 600 ordini e se ne prevedono, in totale, 4.500, sempre per l'anno in corso.
La Volvo definisce la EX30 come: l'auto più compatta e sostenibile mai realizzata dalla casa ed iniziamo proprio da qui. Iniziamo col dire che un quarto dell'alluminio utilizzato è riciclato, come anche il 17% dell'acciaio, stessa percentuale per le materie plastiche e lo stabilimento di produzione è alimentato, in larga misura, da energia neutrale. L'auto è quasi totalmente riciclabile (al 95%). L'intero ciclo di vita della EX30, calcolato sulla base di 200.000 km, contiene la produzione di CO2 in meno di 30 tonnellate, per una riduzione del 25%, rispetto ad altri modelli full electric di casa, come C40 e XC40. "L'Italia è il paese dei derby", ha simpaticamente commentato in presentazione Michele Crisci, presidente Volvo Italia, "nel senso che, per quanto riguarda l'elettrico, ci troviamo di fronte a due schieramenti contrapposti, ma noi pensiamo che quest'auto abbia i numeri per convincere anche i più scettici". Noi siamo saliti a bordo ed abbiamo percorso circa 200 chilometri, nell'interland bolognese, ma prima di passare alle impressioni di guida, facciamo un ripasso sulle caratteristiche tecniche.
La EX30 è commercializzata con due tipi di batterie, per tre varianti di powertrain. Per chi utilizza l'auto, prettamente su tracciati urbani ed ha quindi necessità di ricariche frequenti, c'è la batteria LFP (litio ferro fosfato) da 51 kW, poco costosa e molto efficiente dal punto di vista delle ricariche, abbinata a motore singolo e trazione posteriore, da 272 Cv, per un'autonomia di circa 344 km. Per chi ha necessità di percorrenze elevate e qui si parla di 480 km (protocollo Wltp), c'è la variante "Single Motor Extended Range", che monta una batteria NMC (litio, nichel, manganese e cobalto), da 69 kW. Poi, per chi ha voglia di prestazioni, c'è la "Twin Motor Performance", con un secondo motore, per 428 CV totali, un'integrale che predilige il posteriore, capace di uno 0-100 da 3,6 secondi. La Twin Motor ad autonomia estesa, ricarica in corrente continua fino a 153 kW, il modello standard fino a 134 kW e, in entrambe i casi, si riesce a fare dal 10 all'80% in poco più di 25 minuti. In corrente alternata, i modelli base ricaricano fino a 11 kW, ma c'è il top di gamma, che arriva a 22.
E' arrivato il momento di salire in auto, un Suv compatto, lungo 4,20 metri, con un bagagliaio da 380 litri, a sedili su e gli interni sono dominati da un unico tablet centrale da 12,3 pollici, che svolge funzione di strumentazione ed infotainment. Non ci sono pulsanti, tutto è straordinariamente intuitivo, troviamo solo qualche comando sul volante, per settare lo schermo, suddiviso in cinque quadranti. Poi c'è "Hey Gooogle", che ti risponde in qualsiasi momento e ti resetta proprio tutto. Ci si mette un po' a prendere confidenza con l'assenza di comandi e, dopo aver capito come regolare gli specchietti esterni, ci buttiamo nella mischia. Partiamo con un po' di apprensione: "I 30 all'ora sono un incubo". Sudiamo freddo per qualche chilometro, poi, finalmente, via libera. Siamo a bordo di una posteriore ad autonomia estesa e, viva Dio, non ci sono quegli "Inutili" settaggi sulla gestione del motore, con quest'auto: se schiacci cammini, se non schiacci vai piano e risparmi energia. Guidiamo con l'e-pedal e non usiamo mai i freni, quando togli, l'auto si arresta e ricarica. Si può settare l'auto su modalità più o meno confortevoli, noi mettiamo lo sterzo bello pieno ed andiamo. La spinta è davvero importante, immaginiamo cosa deve essere la integrale da 480 Cv. Camminando spediti, non si sente troppo il trasferimento di carico, l'auto resta piacevolmente neutra, certo, bisogna ricordare di essere al volante di un'elettrica ed evitare di esagerare, calcolando bene pesi e reazione dell'acceleratore. Finiamo il giro, circa 200 km, con un po' meno della metà del pacco batterie. I prezzi partono da 35.900 euro, ma per la nostra ce ne vogliono almeno 41.400, poi ci sono gli incentivi in dirittura d'arrivo.
PAGELLA
POSTO GUIDA ? BUONO
ABITABILITA' ? BUONA
BAGAGLIAIO ? BUONO
PRATICITA' - OTTIMA
MOTORE ? OTTIMO
COMFORT ? OTTIMO
PIACERE DI GUIDA ? BUONO

Volvo-EX30-2
Volvo-EX30-3
Volvo-EX30-4
Volvo-EX30-5
Volvo-EX30-6
Volvo-EX30-7

Giovanni Massini, romano, classe 1956, professionista, laureato in Legge nel 1979. Inizia a scrivere di motori, infrastrutture e trasporti nel 1990, per diventare presto capo redattore, presso la rivi...