Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Motori, Yaris Cross: 14 Cv in più per il top di gamma, anche sulle integrali

Yaris-Cross-130-1

In Toyota sono forti estimatori dei veicoli "Elettrificati", attenzione, non elettrici puri. In casa li definiscono come: veicoli elettrici non a batteria. Gli ibridi, per intenderci, che rappresentano, al momento, la scelta più gettonata dagli utenti della strada. In Toyota, poi, prevedono che, fino al 2026, l'80% delle vendite nel segmento "B" (auto compatte), sarà appannaggio di questa tipologia di motori. Ecco che, dopo la Yaris, diciamo, corta, la nuova motorizzazione da 130 Cv arriva anche sulla Cross. Scelta azzeccatissima, non c'è che dire, ma non capiamo perché: lasciare in gamma anche la 115 Cv e si tratta della stessa motorizzazione non "Aggiornata". Misteri del marketing. A dire il vero, lo scorso anno, la Lexus presentava la LBX, una fotocopia della Yaris Cross, solo leggermente più lunga: 4.190 mm, contro 4.180 mm. Le differenze sono davvero poche, ora anche la Yaris Cross insiste sulla nuova piattaforma GA-B e non sulla più datata Tnga-B, con tutti i vantaggi del caso. Visto che la motorizzazione è praticamente la stessa e la potenza varia per pochi spiccioli, la scelta tra i due mezzi resta solo una questione di prezzo.
Un aggiornamento del motore, dunque, che porta con sé circa 15 Cv in più e che è disponibile anche sulle versioni a trazione integrale. Vediamo di cosa si tratta. Nessuno sconvolgimento, il sistema ibrido resta basato sul 3 cilindri benzina di 1.5 litri, ma ora, in totale, il sistema arriva a 130 Cv. Il termico resta invariato, a cambiare è il generatore elettrico, che passa da 59 kW a 62 kW, sempre integrato nel sistema transaxle, ovviamente supportato da un nuovo software e da un nuovo hardware, per l'unità di controllo della potenza (PCU). I Cv, dunque, aumentano del 12%: da 116 CV/85 kW a 130 CV/96 kW. Aumenta anche la coppia, sempre grazie all'unità elettrica: un +30% (da 141 Nm a 185 Nm). Ricordiamo, che la Yaris ha un cambio di tipo a variazione continua, che non va mai strapazzato. Non che la cosa conti molto, per un'auto di questo tipo, ma in casa ci tendono a sottolineare il leggero aumento delle prestazioni: l'auto vanta mezzo secondo in meno sullo 0-100 km/h, che scende a 10,7 secondi per l'anteriore e 11,3 per l'integrale. I consumi restano nell'ordine dei 4,5-5,2 l/100 km.
Internamente, come sulla sorellina più piccola, le top di gamma (Gr Sport e Premiere) montano un display da 12,3 pollici, per la strumentazione, con grafica a colori e si possono aggiungere dei widget ai display, anche quello centrale (touchscreen da 10,5 pollici), per accedere a ulteriori informazioni e funzioni. In sostanza, ci sono quattro opzioni per personalizzare la strumentazione e in base alla modalità di guida selezionata, poi (Normal, Sport ed Eco), cambia il colore di fondo. Secondo allestimenti, c'è anche l'head-up display, ma la la Digital Key, per un massimo di 5 utenti, utilizzabile tramite smartphone, sarà disponibile solo in seguito. Non manca l'assistente vocale ed anche questo (poca fantasia), si sveglia al motto di "Hey Toyota".
L'assistenza alla guida è affidata al Toyota Safety Sense, anche questo di ultima generazione ed arrivano una nuova telecamera e un nuovo radar, in grado di effettuare una scansione più ampia e profonda e di migliorare l'efficienza di tutti gli Adas, vediamo i più interessanti: Proactive Driving Assist (PDA), nato per aiutare ad evitare i rischi di incidenti, quando si guida a bassa velocità; il sistema di Pre-Collisione (PCS), in grado di riconoscere veicoli in attraversamento ed altro, inclusi pedoni, ciclisti e motocicli; il Deceleration Assist, che garantisce una decelerazione graduale, quando ci si avvicina a un veicolo più lento; l'Emergency Driving Stop System (EDSS), che subentra nel caso in cui il guidatore si senta male o sia incapace di proseguire (dopo un primo avviso, ferma l'auto dolcemente). I prezzi della Yaris Cross My 2024 vanno dai 28.650 ai 39.900 euro.

Yaris-Cros-130-2
Yaris-Cross-130-3

Giovanni Massini, romano, classe 1956, professionista, laureato in Legge nel 1979. Inizia a scrivere di motori, infrastrutture e trasporti nel 1990, per diventare presto capo redattore, presso la rivi...