Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Trazione integrale, 340 Cv e due pacchi batterie da 79 e 86 kWh, per l'Id Buzz Gtx

ID-BUZZ-GTX-1

La Volkswagen punta sulla nostalgia ed aggiorna la gamma "Bulli". Parliamo di quel mitico van, che ha caratterizzato un'epoca un po' dappertutto, soprattutto in America, dove è diventato simbolo di libertà e spensieratezza, il mezzo preferito da hippy e surfisti. Oggi, dunque, la casa tedesca rimpingua la gamma dell'attuale "ID-Buzz" con la versione GTX, da subito disponibile in: due versioni di passo e due batterie. Non è che cambi poi molto, rispetto all'attuale modello, il mezzo, infatti, insiste sempre sulla stessa piattaforma modulare "MEB" ed anche le dimensioni "Sembrerebbero" invariate (azzardiamo): 4.71 metri e 2.989 mm di passo per la versione corta e 4,96 e 3.240 per la lunga. La Trazione è integrale, del tipo 4Motion, grazie a due motori, montati sui due assi, per una potenza complessiva di 340 CV. Siamo alle solite, va bene che aumentare la potenza su un elettrico è uno "Scherzo", ma certi progettisti ci dovrebbero spiegare, cosa se ne fa un mezzo simile di tanti Cv. Cosa ce ne frega di uno 0-100 da 6,5 secondi su un furgoncino, sarebbe meglio aumentare l'autonomia, di cui non si hanno notizie (sempre a nostro avviso, l'informazione più importante per un elettrico).
Entriamo nello specifico: il passo corto è disponibile con una batteria da 78 kWh, che carica fino a 185 kW ed EndFragmentil lungo con una da 86 kWh, che arriva a 200 kW. In entrambe i casi: si fa dal 10 all'80% in meno di mezz'ora. La potenza resta invariata, affidata, principalmente al motore posteriore: un sincrono a magneti permanenti, da 286 Cv e 550 Nm di coppia, supportato, in caso di necessità, da un asincrono anteriore (tipologia di motori che, in standby, consumano meno e poi sono più rapidi nell'attivazione) da 109 Cv. Il sistema 4Motion gestisce la coppia in caso di terreni difficili ed aiuta anche a trainare l'eventuale rimorchio. Il passo corto vanta una massa rimorchiabile di 1.800 kg (carico frenato, con pendenza all'8%) ed il passo lungo un po' meno, 1.600 kg. Il passo corto è disponibile in versione a 5 o 6 posti, con un volume di carico che va dai 1.121 ai 3.123 litri; il passo lungo a 5, 6 ed anche 7 posti e qui, abbattendo tutto, si arriva a 2.649 litri.
L'estetica cambia poco: una nuova griglia di ventilazione nera a nido d'ape, nuovi elementi aerodinamici laterali, luci diurne di nuova configurazione (due triangoli a LED sovrapposti). Di serie: i fari a LED Matrix IQ.LIGHT ed i cerchi da 19 pollici, ma volendo, ci sono anche quelli da 21. Internamente, tutto è super tecnologico, altro che semplicità spartana da hippy, con: sedili dotati di memorie varie, touchscreen da 12,9 pollici ed un perfezionato assistente vocale IDA3, che dispone anche dell'integrazione con ChatGPT. In quanto ad elettronica per sicurezza ed infotainemt, siamo a livello di astronave: c'è l'app Wellness3, per preconfigurare tutte le specifiche atte a garantire il massimo benessere durante la marcia o la ricarica; il Park Assist Plus3 perfezionato, con funzione Remote, gestibile tramite smartphone; l'Exit Assist, che t'impedisce di aprire una porta, se rileva l'arrivo di mezzi o bicilette. C'è anche la possibilità di montare un tettone in cristallo, a trasparenza variabile. La commercializzazione è prevista entro la seconda metà dell'anno.

ID-BUZZ-GTX-2
ID-BUZZ-GTX-3
ID-BUZZ-GTX-4
ID-BUZZ-GTX-5

Giovanni Massini, romano, classe 1956, professionista, laureato in Legge nel 1979. Inizia a scrivere di motori, infrastrutture e trasporti nel 1990, per diventare presto capo redattore, presso la rivi...