Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Scuola, in Umbria un prof su quattro è precario. Situazione peggiore per gli insegnanti di sostegno

insegnanti prof

In Umbria la scuola è mandata avanti dai precari il cui numero, negli ultimi otto anni, è pressoché raddoppiato. E' quanto evidenzia un dossier della Uil che mette a confronto l'anno scolastico 2015-2016 con quello 2022-2023: per il personale docente si è passati da 1.569 contratti a tempo determinato (13,06%) a 3.424, pari al 23,25%. In pratica quasi un prof su 4 è un supplente. Situazione ancora più grave per il sostegno: otto anni fa i precari erano 620 (35,77%), ora sono 2.197, pari al 64,81%. Per il personale Ata si è passati dai 404 precari nel 2015-2016 (il 12,55%) agli attuali 860, il 23,33%. Lucia Marinelli, segretaria generale della Federazione Uilscuola - Rua Umbria parla di una vera e propria emergenza: "Le questioni da affrontare, prima di qualsiasi soluzione tecnica - evidenzia - dovranno necessariamente scaturire dalla presa d'atto che il sistema di reclutamento ? comprese le numerose procedure concorsuali ? e le politiche di investimento nei riguardi del precariato, attuate finora, sono state fallimentari".

Catia Turrioni, segno zodiacale Toro, redattore del settore cronaca nella redazione centrale del Gruppo Corriere. Ha iniziato come collaboratrice della redazione di Foligno del Corriere dell'Umbria, i...