Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Umbria, arriva la svolta nella sanità: visite fuori regione per recuperare un buco da 18 milioni

Massimo D'Angelo Massimo D'Angelo, direttore regionale Sanità

I medici del servizio sanitario umbro potranno effettuare visite in intramoenia anche fuori regione. Una svolta nella libera professione che punta ad attrarre utenti (le operazioni si faranno nelle strutture nostrane) e colmare il rosso di 18 milioni (anno 2022) alla voce ricoveri, frutto del saldo negativo tra mobilità attiva e passiva. Il direttore regionale Sanità, Massimo D'Angelo, lo scorso 19 febbraio ha dato disposizione di attivare la sperimentazione. "Come noto - è scritto nella missiva recapitata ad aziende ospedaliere e Asl - è in corso il processo di revisione della disciplina dell'attività libero professionale intramuraria, regolamentata dalla dgr 402 del 2014".

Alessandro Antonini, 47 anni, giornalista professionista, è redattore del Corriere dellâ??Umbria dal 2003 e si occupa di politica, cronaca nera e giudiziaria. Ma non disdegna economia, sindacale, (m...