Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Umbria, accordo tra Confindustria e Banco Bpm: 100 milioni a disposizione delle aziende

confindustria bpm Vincenzo Briziarelli e Marco Giorgio Valori

Cento milioni di euro a disposizione delle imprese dell'Umbria. Le risorse derivano dall'accordo a favore delle aziende siglato da Confindustria e Banco Bpm, per offrire strumenti utili a promuovere la transizione sostenibile ed energetica e l'internazionalizzazione. Alla sottoscrizione del protocollo erano presenti il presidente di Confindustria Umbria, Vincenzo Briziarelli, e il responsabile della direzione tirrenica di Banco Bpm, Marco Giorgio Valori accompagnato dal responsabile del Centro Imprese Umbria, Luigi Chiarabolli.
La convenzione è stata nominata Plafond Confindustria Umbria. Banco Bpm mette a disposizione il plafond da 100 milioni e si impegna a sostenere le imprese del territorio con una serie di prodotti, linee di credito e servizi ad hoc atti ad agevolare l'accesso al credito anche attraverso l'assistenza e la consulenza di un team di specialisti. Particolare attenzione sarà prestata a tutte quelle trasformazioni aziendali e di produzione definite Esg - Environment Social Governance, ovvero che impattano sull'ambiente, sulla comunità e sull'organizzazione in chiave sostenibile. L'accordo prevede anche una specifica linea di finanziamento dedicata ai progetti di investimento in impianti per la produzione di energia green e servizi pensati per il consolidamento della presenza sui mercati esteri.
Visibilmente soddisfatto Vincenzo Briziarelli: "Oggi aggiungiamo un nuovo tassello all'attività di Confindustria Umbria in tema di credito attraverso una collaborazione operativa con Banco Bpm che mette a disposizione delle nostre imprese associate un plafond da 100 milioni di euro, orientato a favorire il processo di transizione verso la sostenibilità. Questo accordo intende sostenere il sistema economico umbro attraverso un insieme di strumenti che consentano alle aziende di allineare i propri obiettivi con le sfide globali ed essere più competitive. Siamo orgogliosi di questa iniziativa che testimonia la solidità e il valore delle nostre imprese".
"L'Umbria - ha spiegato Marco Giorgio Valori, responsabile Direzione Tirrenica di Banco Bpm - è per noi un'importante area di sviluppo. In questa Regione operano aziende innovative, solide e c'è un grande potenziale di crescita". Valori ha ricordato anche la recente apertura di due Centri per le Imprese a Perugia e Terni. "L'attenzione verso queste realtà imprenditoriali - ha aggiunto - fa parte del nostro dna di banca del territorio, per questo vogliamo diventare un interlocutore di riferimento nel loro percorso di sviluppo, con un particolare impegno sul fronte della sostenibilità che consideriamo un asset strategico imprescindibile. Siamo orgogliosi della sottoscrizione di questo accordo e siamo a disposizione delle aziende: l'obiettivo comune con Confindustria è quello di renderle ancora più competitive e di creare nuove opportunità di crescita contribuendo allo sviluppo economico del territorio".
Confindustria Umbria si impegnerà a promuovere la comunicazione fra le parti in modo da facilitare il più possibile la relazione e fornendo, insieme alla banca, la più qualificata assistenza e consulenza affinché venga garantita la massima efficacia degli interventi previsti.