Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Morte operaio nel cantiere Esselunga a Firenze. Abitò a Bastia Umbra, lascia moglie e due figli

Taoufik Haidar Taoufik Haidar

Ha abitato in Umbria Taoufik Haidar, l'operaio di 43 anni morto venerdì insieme ad altri quattro lavoratori per il crollo di un pilone di cemento nel cantiere del nuovo supermercato Esselunga di Firenze. Stando alle verifiche dell'Arma, fino al 2004 è risultato residente nel comune di Bastia Umbra. Attualmente abitava nel Bergamasco ma la sorella e il nipote stanno a Perugia. E da Perugia sono partiti venerdì alla volta di Firenze per il riconoscimento della salma, operazione che però non avverrà prima di domani, stando a quanto si apprende. Haidar in Marocco lascia la moglie e due figli ancora piccoli. Accertata la morte nel crollo anche di Mohamed Toukabri, tunisino, 54 anni, del marocchino Mohamed El Farhane, di Bouzekri Rahimi, connazionale, e dell'italiano Luigi Coclite, 60 anni.

Alessandro Antonini, 47 anni, giornalista professionista, è redattore del Corriere dellâ??Umbria dal 2003 e si occupa di politica, cronaca nera e giudiziaria. Ma non disdegna economia, sindacale, (m...