Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Umbria, bilancio 2023 dei carabinieri Forestali: 1.791 illeciti per oltre 700 mila euro di sanzioni

colonnello Carlo Saveri Il tenente colonnello Carlo Saveri

Diminuiscono gli incendi, probabilmente le campagne massive dell'anno precedente hanno dato i loro frutti. Ma aumentano i reati correlati allo smaltimento illecito dei rifiuti, restano invece sostanzialmente invariate le segnalazioni nel campo degli illeciti in materia edilizia. Sono solo alcuni dei temi affrontati nella conferenza stampa di bilancio dell'attività del 2023 da parte dei carabinieri Forestali. I dati sono stati illustrati dal tenente colonnello, Carlo Saveri, comandante regionale, insieme al colonnello Loredana Farneti, comandante Cites, e dal tenente colonnello Elena Candela, comandante di Terni e dirigente Nipaf. Nello specifico, secondo quanto comunicato, nel 2023 sono stati 1.791 gli illeciti amministrativi riscontrati con un importo totale notificato di 717.877 euro, la contestazione di 528 reati e la denuncia di 359 persone. "Rispetto all'anno 2022 - spiegano in una nota stampa - è stata registrata una diminuzione degli illeciti amministrativi ma un aumento dei reati e delle persone denunciate in particolare nel settore di tutela del territorio e delle discariche e rifiuti. Il dato con maggior incremento è legato ai sequestri penali". Per quanto riguarda gli incendi, nel 2023 sono stati registrati 58 roghi in tutta la regione, di cui 26 nella provincia di Perugia e 32 in quella di Terni, con una diminuzione del 52% rispetto al 2022 (anno in cui si erano verificati 122 incendi).

Francesca Marruco, classe 1980, giornalista professionista è redattrice al Corriere dell'Umbria. Si occupa principalmente di cronaca nera e giudiziaria. Dalla pandemia in poi, che ha costretto tutti ...