Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Umbria, attivismo e arte insieme per dire no all'istallazione di un inceneritore

stampe di malini Le stampe di Roberto Malini

Attivismo e arte insieme per evitare un inceneritore in Umbria. E' questa l'iniziativa di Roberto Malini, scrittore, artista e attivista storico in difesa dell'ambiente. Malini si è messo a fianco della società civile umbra, sostenendone gli appelli, le manifestazioni e il recente ricorso al tribunale amministrativo regionale contro il piano regionale rifiuti. L'artista ha dichiarato che: "Il piano dava il via libera via all'installazione di un inceneritore in un sito paesaggistico, ignorando la memoria storica, la bellezza naturalistica e la tradizione di agricoltura biologica che hanno questi territori. " L'artista per l'occasione ha realizzato con l'intelligenza artificiale e con la pittura digitale, due stampe raffiguranti il ritratto ideale di Jacopone da Todi e sullo sfondo l'unicità del paesaggio umbro che fa parte, sottolinea Malini del più antico e prezioso patrimonio culturale del nostro paese. Le stampe, realizzate in tiratura limitata, 30 esemplari ognuna numerati e firmati dall'autore, vengono assegnate ai cittadini che contribuiscono alla raccolta fondi per coprire le spese legali del ricorso recentemente presentato al tribunale amministrativo regionale dell'Umbria. L'artista inoltre ha sottolineato che: "L'attivismo umbro è ammirevole perché si pone contro un progetto irresponsabile, che non tiene conto della natura e della cultura che caratterizzano il territorio umbro. Questo genere di impianti è causa di inquinamento ambientale e di tumori, malattie respiratorie, cardiovascolari ed endocrine, tanto che i termovalorizzatori, sono esclusi dal finanziamento europeo. Mi sento molto vicino al gruppo Umbria verde no inceneritore e a tutti i cittadini che, affiancati da Europa verde e Animalisti italiani hanno avviato, rappresentati dall'avvocato Valerio Impellizzeri, l'azione legale contro il piano regionale di gestione integrata dei rifiuti. Si evidenzia inoltre che tale piano è in contrasto con la direttiva dell'Unione Europea che mira a ridurre al 10%, entro il 2035, l'incenerimento e il conferimento in discarica dei rifiuti. "

Annalisa Ercolani, anno 2001, dopo aver conseguito la laurea triennale in Filosofia e Scienze e tecniche psicologiche all?università di Perugia, frequenta la magistrale in Filosofia ed Etica delle Re...