Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Umbria, metà delle falde sono quasi asciutte: il monitoraggio dell'Arpa rivela un peggioramento

tecnici arpa I tecnici Arpa analizzano le componenti fisiche e chimiche delle falde

La metà delle falde umbre monitorate da Arpa è in deficit. Quasi a secco. Ha cioè una portata più bassa rispetto alla media registrata negli anni scorsi nel medesimo periodo. E' quanto emerge dal report giornaliero dell'Agenzia regionale di protezione ambientale. Le piogge intermittenti che si succedono dall'inizio di marzo - dall'1 al 15 nella Valle Umbra Sud sono caduti 95 millimetri - fanno ben sperare per un miglioramento ma fino al mese scorso la situazione non era rosea. Nel dettaglio, su 47 punti della rete piezometrica regionale, 24 fanno registrare un livello di falda "inferiore alla media dei giorni omologhi pregressi" riferiti agli anni precedenti, scrive Arpa. Altri 19 stazioni di rilevamento sono nella media e solo quattro sono in miglioramento.

Alessandro Antonini, 47 anni, giornalista professionista, è redattore del Corriere dellâ??Umbria dal 2003 e si occupa di politica, cronaca nera e giudiziaria. Ma non disdegna economia, sindacale, (m...