Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Città di Castello, disoccupazione ai minimi. La Camera di Commercio: "Territorio che si riconverte"

incontro camera di commercio L'incontro a Città di Castello con la Camera di Commercio

"Per comprendere le risorse, le esigenze e le problematiche di ogni territorio abbiamo scelto degli incontri diretti con i territori stessi, ripartendo un'altra volta da Città di Castello, come nel 2010". Queste le parole di Giorgio Mencaroni, presidente della Camera di Commercio dell'Umbria, che nella giornata di martedì 30 gennaio ha dato il via al primo di una serie di appuntamenti nei comprensori dell'Umbria. Il primo si è tenuto nella sala del consiglio comunale di Città di Castello. Erano presenti il sindaco tifernate Luca Secondi, il sindaco di Citerna Enea Paladino, l'assessore regionale alle Infrastrutture Enrico Melasecche e il vice-presidente dell'assemblea legislativa dell'Umbria Michele Bettarelli. L'incontro diretto con il territorio rappresenta un'iniziativa concreta degli amministratori camerali. Il confronto con l'Alto Tevere è stato preceduto dalla presentazione del quadro socio-economico di questo, curato dal segretario generale Federico Sisti. I dati riportano che le imprese regionali attive sono 79.326, di cui 7.044 sorgono nell'Alta Valle del Tevere, infatti il tasso di disoccupazione del comprensorio in questione è appena del 6,14%, inferiore al dato dell'Umbria, 7,97% e a quello italiano, 9,21%. Questa situazione deriva dal fatto che il territorio altotiberino presenta alcune rilevanti specializzazioni nelle filiere cerealicola, nelle macchine per l'agricoltura e nel packaging, segnando un carattere distintivo rispetto all'intera regione, che al contrario per lo stesso indicatore non mostra alcuna specializzazione di filiera rilevante. La Camera di Commercio nel 2023 ha erogato contributi ai vari settori economici e in quello comprensoriale sono ammontati a 193.227, pari al 10,7% del totale. Un dato che evidenzia un rapporto virtuoso per l'Alta Valle del Tevere. In merito a questa presentazione del quadro socio-economico, Mencaroni ha affermato: "In questo territorio c'è una trasformazione, un'evoluzione interessante del modo di fare impresa. Essere qui significa essere vicini a un mondo in cambiamento. Questo territorio si è sempre contraddistinto per la sua laboriosità, la sua ingegnosità, la qualità nelle scelte che ha fatto e la capacità di riconvertirsi". Enrico Melasecche ha sottolineato: "C'è tanta carne al fuoco per il rilancio dell'economia di questo territorio. Giovedì 8 febbraio alla presenza del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini, avranno inizio i lavori per la ricostruzione totale della ferrovia ex Fcu da Perugia a Terni e immediatamente dopo partirà l'ultima tratta Città di Castello-Sansepolcro". Infine il sindaco Secondi ha ringraziato "la Camera di Commercio per essere qui. Questa giornata testimonia la vicinanza al nostro territorio, ma anche come Città di Castello e l'Alta Valle del Tevere abbiano la capacità di ritagliarsi un ruolo da protagoniste in Umbria".

Annalisa Ercolani, anno 2001, dopo aver conseguito la laurea triennale in Filosofia e Scienze e tecniche psicologiche all?università di Perugia, frequenta la magistrale in Filosofia ed Etica delle Re...