Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Umbria, deposito di rifiuti pericolosi e reati edilizi negli autodemolitori: sanzionate 4 aziende

rottamatori

I carabinieri Forestali hanno effettuato una campagna di controllo mirata agli autodemolitori. Scattate le verifiche in 8 aziende di Perugia e in 4 di Terni. L'autodemolitore gestisce i veicoli fuori uso, considerati a tutti gli effetti dei rifiuti, e deve essere autorizzato per ogni fase che va dalla raccolta al trasporto, recupero e smaltimento dei mezzi. Sono emersi 4 casi irregolari, dove i reati contestati sono: il deposito incontrollato di rifiuti pericolosi, la mancata osservanza delle prescrizioni autorizzative nonché reati edilizi. Sono state somministrate 4 sanzioni amministrative per circa 3.000 euro per il mancato rilascio dei certificati di rottamazione utili alla cancellazione al Pra., per le denunce e consegna delle targhe e dei documenti relativi al veicolo fuori uso. L'obiettivo della campagna controlli è quello di "contrastare eventuali gestioni illecite di rifiuti pericolosi e non pericolosi, verificare il rispetto dei regolamenti e delle specifiche norme cui sono sottoposte le aziende del settore affinché ci sia la massima tutela dell'ambiente e della salute umana, garantendo la corretta tracciabilità dei rifiuti in ingresso e in uscita dagli impianti di autodemolizione".