Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Quarantennale Corriere a Bruxelles, Peppucci: "Umbria e Europa un legame da onorare"

Francesca Peppucci Francesca Peppucci, Europarlamentare Fi-Gruppo Ppe

Il ciclo di mostre organizzato dal Corriere dell'Umbria, in occasione dei suoi 40 anni, certifica la capacità di trasmettere al lettore informazioni locali e del resto del mondo, accorciando le distanze e garantendo trasversalità di pensiero. Le diverse mostre tenute in molti territori e che trovano compimento a Bruxelles, vanno a testimoniare l'attenzione che il Corriere dell'Umbria riserva ai cittadini anche espatriati, mantenendo vivo il legame con le proprie origini. Seppur apparentemente lontano, già dalla sua prima edizione, con l'uscita a pieno titolo dell'eruzione del Vulcano Etna in Sicilia, il Corriere ha da subito improntato la sua attività in un'ottica di futura dinamicità globale. Non solo: è evidente come l'accessibilità, allo stesso tempo moderna, fronteggia le tante sfide che oggi il mondo della comunicazione si trova ad affrontare. È infatti evidente come il Corriere dell'Umbria abbia saputo rilanciare la propria offerta editoriale, in un mondo dove c'è sempre maggiore spazio al digitale e ai social che frequentemente divulgano informazioni parzialmente attendibili. Proprio per questo anche recentemente è intervenuto il Parlamento europeo che tramite una Direttiva, tutela la trasparenza e l'indipendenza dei giornalisti a sistemi di controllo che non garantiscono libertà per il lettore. Viviamo in un mondo dove le informazioni viaggiano più velocemente, dove c'è sempre maggiore necessità di legami tra il mondo e il lettore: per questo i miei più cari auguri vanno al Corriere dell'Umbria per i prossimi anni di servizio che con responsabilità continueranno ad onorare il legame con la comunità umbra.