Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Todi, cinghiali a spasso al parco della Rocca. Ordinanza del Comune per il contenimento

parco della Rocca Le tracce degli ungulati nel parco della Rocca

Torna l'allarme cinghiali a Todi e il Comune corre ai ripari. E' stata infatti emanata un'ordinanza per mettere in atto misure di contenimento degli ungulati nelle zone pubbliche. A seguito delle segnalazioni pervenute sulla presenza di cinghiali all'interno del parco della Rocca, nei giorni scorsi il comando della polizia locale di Todi ha inviato la richiesta di un intervento urgente, al servizio preposto della Regione Umbria, che ha attivato nelle scorse settimane e in quelle in corso numerose azioni di contenimento lungo le pendici del colle. La situazione è stata oggetto di segnalazione anche alla prefettura e alla questura di Perugia, nonché all'Istituto zooprofilattico di Umbria e Marche, chiedendo indicazioni operative per la risoluzione del problema, che coinvolge un'area ricadente nella zona urbana e come tale particolarmente frequentata dagli abitanti. Ai fini di salvaguardare l'incolumità pubblica e privata, il Comune ha emanato un'apposita e urgente ordinanza per l'attivazione di misure di contenimento selettivo dei cinghiali, per una durata di 20 giorni, salvo necessità di proroga. L'incarico è affidato alla polizia locale in collaborazione con la polizia provinciale, che potranno avvalersi di personale formato e abilitato in possesso delle previste autorizzazioni. Le operazioni, nel rispetto di tutte le norme di sicurezza, potranno comportare anche la chiusura temporanea del parco della Rocca e anche dei tratti di viabilità interessati. Le ultime operazioni di abbattimento erano state effettuate tra la fine del 2023 e i primi giorni del 2024, dopo che molti cittadini avevano segnalato, anche sui social, la presenza di numerosi cinghiali a spasso per le zone della città.