Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Erika Sfascia da Collazzone all'Istituto culturale italiano di Seul in Corea del Sud

Erika Sfascia Collepepe

Erika Sfascia, giovane di Collepepe è appena entrata all'Istituto culturale italiano di Seul, Corea del Sud, come addetta culturale, vice della direttrice Michela Magrì. Erika, 34 anni, è stata allieva del liceo linguistico allo Jacopone da Todi e, dopo essersi diplomata, si è laureata in Relazioni internazionali all'Università di Perugia. Curiosa delle varie culture e amante dei viaggi e delle tante sfaccettature culturali che il mondo offre ha lavorato a Milano per Expò 2015 e in altre situazioni prima di dare il concorso alla Farnesina, scegliendo non la strada della carriera diplomatica ma quella del settore culturale, per poter promuovere la cultura italiana nel mondo. Concorso dato nel 2019, concluso con un'idoneità e, dopo il lockdown, la chiamata. Dal 2022 Sfascia ha lavorato nella sede del ministero degli Affari Esteri, a Roma, ora il prestigiosi incarico. Sfascia è ora a Seul, ma è già scesa in pista martedì 6 febbraio quando l'ambasciatore Seong-ho Lee e la direttrice dell'Istituto culturale coreano Ye Jin Chun hanno invitato Alessandro de Pedys, Direttore generale per la Diplomazia pubblica e culturale del ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale, ed Erika Sfascia a un pranzo di lavoro nella residenza ufficiale dell'ambasciata coreana per discutere sui futuri piani di scambio culturale quali gli eventi commemorativi del 140esimo anniversario dell'instaurazione dei rapporti diplomatici tra Corea e Italia e del biennio 2024-2025 dedicato allo scambio culturale tra i due Paesi. Erika si troverà infatti accanto alla direttrice Magrì a gestire questo evento.