Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Bari-Ternana, l'andata playout finisce 1-1. Casasola sbaglia un rigore, di Pereiro il gol del pari

foto bari ternana

Finisce 1-1 l'andata playout tra Bari e Ternana, giocata al San Nicola. Pronti, partenza, via, con la Ternana che rischia subito di andare sotto nel punteggio. La manovra veloce e avvolgente del Bari si conclude con il colpo di testa di Sibilli, fermato soltanto dal palo. La Ternana reagisce subito, e una delle occasioni più nitide della prima frazione finisce sui piedi di Carboni, che al 6' non trova il gol solo grazie a un miracolo di Pissardo. L'episodio chiave del primo tempo il rigore conquistato dalle Fere, dopo un fallo di Nasti su Carboni durante un corner. Sul dischetto va Casasola, che però si fa ipnotizzare dall'estremo difensore del Bari. Al 35' altro episodio: cross dalla destra di Luperini che scavalca Pissardo, Distefano a porta vuota colpisce il palo e spreca tutto. Al 44' altro legno per i rossoverdi, questa volta con un tiro dal limite di Pereiro. Si va all'intervallo sul risultato di 0-0. Inizia il secondo tempo, e si vede subito un Bari più propositivo. La svolta della partita arriva al 58', con il gol biancorosso di Nasti dopo una pregevole azione personale di Ricci. E' 1-0 per i pugliesi. Il gioco si fa più lento, con il Bari che prende in mano le redini della partita e amministra. La Ternana attende lo squillo dei suoi uomini di punta, ed è Pereiro a salire sul palco all'82', quando riceve al limite da De Boer e, complice una deviazione, insacca la porta di un incolpevole Pissardo. E' 1-1. Per i minuti finali del match, mister Breda decide di fare un triplo cambio: dentro Dionisi, N'Guessan e Zoia, fuori l'autore del pari, Distefano e Lucchesi. La mossa sullo scacchiere della partita non cambia però il risultato al San Nicola. Finisce 1-1 l'andata playout tra Bari e Ternana. L'appuntamento per la sfida decisiva è in programma giovedì 23 maggio al Liberati.