Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Terni, petizione per chiedere le dimissioni di Stefano Bandecchi: migliaia di firme in poche ore

Stefano Bandecchi Stefano Bandecchi, sindaco di Terni

E' già a 18 mila firme la petizione online per chiedere le dimissioni di Stefano Bandecchi da sindaco di Terni. Le ultime dichiarazioni del primo cittadino hanno scatenato un polverone. Le affermazioni di Bandecchi nell'aula del consiglio comunale lo scorso lunedì 22 gennaio, definite da molti sessiste e volgari, sono rimbalzate ovunque sui social e poi riprese e commentate da testate nazionali, istituzioni e cittadini, diventando argomento di discussione per l'opinione pubblica. La petizione online è stata lanciata sulla piattaforma Change.org da Alessandro Salerno. Si tratta di una raccolta firme diretta al presidente del Consiglio dei Ministri Giorgia Meloni: "Chiediamo le dimissioni del sindaco di Terni Stefano Bandecchi per commenti misogini". Ha esordito nella piattaforma lunedì 22 gennaio e, in soli tre giorni, ha raccolto quasi 18 mila firme. "Questa petizione nasce da un sentimento personale di necessità di difendere le istituzioni e lanciare un messaggio contro chi sporca la loro immagine - scrive nel testo della petizione il promotore Salerno -. Il sindaco di Terni Stefano Bandecchi ha recentemente fatto delle affermazioni misogine e volgari durante una seduta del Consiglio Comunale in cui si stava discutendo un emendamento contro la violenza di genere. Questo comportamento non è solo inaccettabile, ma anche dannoso per l'immagine delle nostre Istituzioni. In Italia - continua il testo -, secondo i dati dell'Istat, una donna su tre tra i 16 e i 70 anni ha subito qualche forma di violenza fisica o sessuale nel corso della vita e negli ultimi anni i femminicidi sono aumentati spropositatamente. Non possiamo permettere che rappresentanti dello Stato facciano commenti che minimizzino, manchino di rispetto ai cittadini e in questo a tutte le donne e peggiorino questo problema già grave. Il Sindaco Bandecchi ha già dimostrato in passato di avere modi poco idonei alla carica che ricopre e l'ultimo fatto ne è la conferma, per cui chiediamo le dimissioni per il suo comportamento inappropriato, volgare e senza un minimo senso delle istituzioni".

Andrea Pescari dopo la laurea triennale al corso di Scienze della comunicazione dell'Università di Perugia, ha conseguito la magistrale in Comunicazione pubblica, digitale e d?impresa con una tesi su...