Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Morte Nicola Gelmetti a Spoleto, indagini sull'ipotesi di omicidio colposo. Sequestrata la cartella

Nicola Gelmetti Nicola Gelmetti

Omicidio colposo. Nell'esercizio della professione sanitaria. E' questa l'ipotesi di reato relativa alla morte dell'imprenditore Nicola Gelmetti, 65 anni, molto conosciuto e stimato a Spoleto. Il decesso avvenuto all'interno della sua abitazione, poche ore dopo il ricovero al pronto soccorso dell'ospedale San Matteo degli Infermi e le conseguenti dimissioni al termine dei vari accertamenti. Il pubblico ministero Michela Petrini che coordina le indagini delegate ai carabinieri della Stazione di Spoleto, attraverso una nota ha sottolineato che "a seguito della querela presentata dai familiari della vittima, è stato aperto un procedimento penale attualmente contro ignoti. E di conseguenza è stata sequestrata la cartella clinica relativa agli accertamenti medici svolti proprio presso il nosocomio". Anche la Usl Umbria 2 ha disposto un'inchiesta parallela per accertare i fatti.