Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Cascia, lupo ucciso in una trappola: è rimasto prigioniero di un laccio metallico. C'è una denuncia

lupo ucciso

Lupo ucciso da una trappola in un'area boschiva del comune di Cascia. E' stato ritrovato l'animale, un esemplare maschio e in giovane età, senza vita a seguito delle gravi lesioni cagionate da un laccio metallico di cui è rimasto inevitabilmente prigioniero. Sul posto sono intervenuti i Forestali che hanno proceduto al sequestro del cappio all'inoltro della carcassa del lupo all'Istituto zooprofilattico Umbria-Marche per le analisi del caso. Le indagini hanno portato alla denuncia del presunto responsabile, un sessantenne proprietario dei terreni limitrofi al luogo del ritrovamento dell'animale. L'ipotesi - secondo quanto scritto nella nota dei Forestali - è che la trappola sia stata posizionata per difendere un allevamento di polli e galline, preda di precedenti attacchi da parte di volpi. Ad aumentare ulteriormente i sospetti dei militari sono state le dichiarazioni rilasciate dall'uomo durante le indagini che, alla sola vista dei militari, è apparso molto agitato e ancor prima di essere ascoltato, si è dichiarato estraneo ai fatti. Il sessantenne è stato denunciato alla procura di Spoleto e ora rischia l'arresto da due a otto mesi e l'ammenda fino a 2 mila euro.