Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Spoleto, Zefferino d'Oro: i primi classificati. Monini: "E' l'ora dell'alta qualità nell'olio evo"

Zefferino d'oro Il premio Zefferino d'Oro

Lo Zefferino d'Oro anche quest'anno ha celebrato la qualità dell'olio. La seconda edizione dell'evento è andata in scena il 24 e 25 maggio 2024 al Frantoio del Poggiolo di Spoleto. Zefferino Monini, presidente e amministratore delegato di Monini, ha rivendicato la necessità di istituire la categoria Alta Qualità anche nel segmento dell'olio extravergine di oliva. Lo Zefferino d'Oro, primo riconoscimento della qualità della materia prima promosso da una grande impresa olearia in Italia, ha riunito il meglio della produzione italiana. All'evento hanno partecipato i frantoiani provenienti dalle zone più vocate della penisola. "Un momento di celebrazione della nostra straordinaria filiera, ma anche un'occasione per far conoscere e valorizzare il prodotto italiano di qualità - ha spiegato Zefferino Monini -. Il settore, come ben sappiamo, sta affrontando un periodo complesso, anche legato alle conseguenze del cambiamento climatico, ma siamo convinti che proprio nelle difficoltà si nascondano le migliori occasioni. Dobbiamo rafforzare ancora di più la collaborazione tra industria e frantoiani, puntando con forza sulla sostenibilità e sulla straordinaria qualità che è in grado di esprimere la filiera italiana, ma anche offrendo al consumatore gli strumenti per orientarsi nella complessità dell'offerta". Come anticipato, è seguita poi la richiesta alle istituzioni di una nuova classificazione che disciplini e riconosca la categoria Alta Qualità nell'olio extravergine di oliva basata su parametri organolettici e analitici più stringenti di quelli attuali, per garantire la vera qualità del prodotto e, con un bollino, renderla immediatamente riconoscibile sugli scaffali. Per Zefferino Monini non è solo una questione di gusto: "L'olio extravergine di oliva, quando è buono, esprime cioè quei parametri propri dell'Alta Qualità, è un vero e proprio alimento con un impatto positivo sulla nostra salute. Sono acclarate le proprietà benefiche, salutistiche e nutraceutiche del consumo di un olio extravergine di qualità anche nella prevenzione di malattie come i tumori, come recentemente confermato da una ricerca italiana che abbiamo avuto l'onore di finanziare attraverso Fondazione Veronesi, che sosteniamo da anni". Il riconoscimento dello Zefferino d'Oro è nato da un'intuizione dell'azienda nel 2023. Un premio che si propone di valorizzare il lavoro dei frantoiani d'Italia produttori di olio extravergine italiano per i grandi olii Monini. Rispetto all'edizione dello scorso anno, è quasi quadruplicata l'adesione, con 140 lotti di olio extravergine 100% italiano proposti in valutazione a fronte delle 46 dell'edizione inaugurale. Oltre la metà dei frantoiani aderenti lavora con Monini da più di 10 anni, la restante percentuale da 15, 20 o addirittura 30 anni. Allargato anche l'orizzonte del riconoscimento che si rivolge ai frantoiani produttori certificati di olio extravergine di oliva 100% italiano da cui nasce una delle etichette più apprezzate di casa Monini, il GranFruttato: accanto alle categorie Fruttato Intenso, Medio e Leggero, è stata infatti inserita la categoria Biologico. I primi classificati dello Zefferino d'Oro 2024 sono: Frantoio Oleario Cirulli Giuseppe & Figli, Oleificio Luongo, Lamonarca Azienda Vinicola e Olearia, Società Agricola Biorussi, rispettivamente per le categorie Fruttato Intenso, Fruttato Medio, Fruttato Leggero e Biologico. Zefferino Monini ha motivato le scelte così: "Oltre ad aver ottenuto il punteggio più alto per ciascuna categoria per i parametri analitici e organolettici presi in considerazione, i quattro frantoiani sono stati insigniti dello Zefferino d'Oro 2024 perché rappresentano e condividono a pieno con la Monini i valori dell'impegno, della dedizione e della competenza, mettendoli in pratica ogni giorno, orientati alla valorizzazione dell'intera filiera olearia. Il loro impegno infatti, cosi come quello della Monini, è rivolto a voler riconoscere il valore della filiera da cui ha origine un prodotto eccellente, che oggi più che mai necessita di essere valorizzata, affinché possa crescere ed evolvere in un sistema di cura, etica e progettualità, con l'obiettivo più ampio di costruire valore per il futuro".

i premiati allo zefferino I premiati
zefferino d'oro