Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Cascia, è il giorno della Festa di Santa Rita: processione e celebrazioni. Devoti da tutta Italia

santa rita festa Un momento della premiazione delle Donne di Rita 2024

La festa dedicata alla Santa degli Impossibili entra nel vivo. E oggi, mercoledì 22 maggio, sarà una lunga giornata di preghiera quella che accompagnerà i devoti a Santa Rita verso la chiusura di una tre giorni che ha visto arrivare a Cascia tanta gente da ogni parte d'Italia e non solo. Devoti che, in alcuni casi, non potendo assistere sul posto alle celebrazioni, hanno avuto anche l'opportunità di collegarsi ai social delle suore agostiniane per seguire tutte le fasi della festa. E altrettanto potranno fare, nel giorno in cui le celebrazioni 2024 si chiuderanno. Tutto inizierà alle 10.30, quando lungo il viale del Santuario arriverà la processione da Roccaporena e il corteo storico con la Statua di Santa Rita. Seguirà poi, alle 11, alla Sala della Pace la celebrazione del Solenne Pontificale presieduto dal Cardinale Robert F. Prevost, prefetto del Dicastero per i Vescovi. Al termine Processione, Corteo e statua proseguono fino alla basilica. Alle 12, sul Sagrato della basilica verrà celebrata la Supplica a Santa Rita e il Cardinale impartirà la Benedizione delle Rose. La giornata si concluderà alle 18 alla basilica con la celebrazione eucaristica per i benefattori del Santuario. Presiede la celebrazione il rettore, Padre Mario De Santis. Anche quest'anno, la Festa di Santa Rita è iniziata con la consegna del Riconoscimento Internazionale dedicato alla Santa di Cascia. Lunedì 20 maggio, infatti, alla Sala della Pace, si è svolta le 36esima edizione del Riconoscimento che premia le donne che hanno incarnato i valori e le virtù di Santa Rita da Cascia. L'evento, condotto da Roberto Giacobbo, ha visto la presentazione delle Donne di Rita 2024, ovvero Cristina Fazzi, Anna Jabbour e Virginia Campanile, le quali sono state riconosciute e premiate per il loro coraggio, la loro fede e il loro impegno verso il bene comune. Queste donne speciali, attraverso le loro vicende personali e familiari, hanno superato notevoli difficoltà e ostacoli, convertendoli in occasioni per sostenere gli altri e diffondere valori positivi nella comunità. Una giornata, questa, che si è conclusa alle 21 con l'arrivo della Fiaccola della Pace e del Perdono proveniente dalla Città di Enna, accolta dai "Piccoli Tamburini del Comune di Cascia". Ma la Festa di Santa Rita vuol dire anche beneficenza. Tra le altre cose, grazie a una raccolta fondi che arriverà dalla vendita dell'Ovunque, un ciondolo a forma di cuore che conserva al suo interno l'immagine dell'amata Santa e la preghiera, le monache suore potranno aiutare tanti bambini e bambine bisognosi della città di Cuzco, in Perù.