Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Perugia, Vittoria Ferdinandi candidata, Rifondazione esulta: "Noi a disposizione di Dada"

Vittoria Ferdinandi detta Dada Vittoria Ferdinandi detta Dada

A Perugia il Partito della Rifondazione Comunista esulta per la candidatura unitaria di Vittoria Ferdinandi a sindaco. "La notizia che la città aspettava ormai da tempo è ufficiale - si legge in una nota - sarà Vittoria Ferdinandi, per i perugini "La Dada", la candidata sindaco dell'alleanza progressista. Un percorso che ci ha visti impegnati, sin dal primo momento, per costruire un'alleanza progressista larga e plurale, tenuti assieme da una visione comune per la nostra città. In tutto ciò, siamo riusciti ad unire il mondo della sinistra ed ambientalista, con una lista che vuole essere non un semplice cartello elettorale, ma un progetto che sappia rimettere al centro, dopo anni di divisione, il tema dell'unità, della radicalità e della credibilità".
"Come Rifondazione Comunista - continua la nota - abbiamo condiviso il nome di Vittoria, difficile non riconoscere l'impegno che ha profuso per la città da sempre coerentemente con i valori che contraddistinguono anche la nostra organizzazione. Sosteniamo convintamente una giovane donna che ha un'importante storia di attivismo alle spalle ma soprattutto idee da mettere in campo per il futuro e disponibilità all'ascolto dei problemi veri delle comunità".
"Metteremo a disposizione le nostre sedi, i nostri circoli, la nostra gente per sostenere questa candidatura unitaria che dopo tanto tempo ha visto tutte le forze del centro sinistra insieme. In questi minuti si parla di molti civici che vogliono avvicinarsi alla coalizione, sintomo che credibilità, coerenza e radicalità non sono elementi in conflitto ma le migliori caratteristiche di un'intera nuova generazione che si candida al governo della città. Le uniche battaglie perse sono quelle che non si combattono". La nota è firmata dal segretario provinciale Andrea Ferroni.