Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Perugia, protesta in piazza Italia contro i motori sui sentieri. Puletti scortata via dalla polizia

Protesta piazza Italia

"No motori nei sentieri". Sono le parole urlate a gran voce e che hanno infiammato l'atmosfera in piazza Italia, Perugia, durante le proteste di numerosi manifestanti, in migliaia, per l'emendamento alla legge 28 inserito nel Bilancio di Previsione 2024 e con cui la giunta regionale ha aperto le porte alla circolazione di mezzi a motore su sentieri, mulattiere, tagliafuoco e piste forestali. Il presidio si è tenuto nella mattinata di sabato 3 febbraio davanti le porte di palazzo Cesaroni, sede dell'Assemblea legislativa. Presenti gli iscritti a 24 associazioni escursionistiche e ambientaliste umbre (tra cui il Cai Umbria) che hanno manifestato "con zaini in spalla e scarponi ai piedi". Scesa in piazza Manuela Puletti, consigliera regionale della Lega, con lo scopo di calmare gli animi bollenti dei manifestanti. Tuttavia la situazione si è surriscaldata in pochi minuti e ci sono stati confronti accesi e diretti tra i presenti e la stessa consigliera regionale, che infine è stata scortata dalla polizia per riuscire a lasciare piazza Italia, tra fischi, booing e urla.

Andrea Pescari dopo la laurea triennale al corso di Scienze della comunicazione dell'Università di Perugia, ha conseguito la magistrale in Comunicazione pubblica, digitale e d?impresa con una tesi su...