Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Perugia, il mercato immobiliare secondo i dati Nomisma: più affitti e meno case vendute

affitti case

Calano le compravendite e aumentano le locazioni anche se i canoni registrano l'aumento del 5,2% su base annua. Il mercato immobiliare perugino, così come dimostrato dall'andamento degli indici di performance dell'Osservatorio
Nomisma 2024
, mostra tendenze diverse. Il comparto residenziale, sebbene mostri difficoltà nella compravendita, ha propensioni migliori della media nazionale, soprattutto nella locazione. La domanda è disposta ad investire in residenze
(compravendita ha interessato 2.140 case nel 2023, rispetto al 2.470 dell'anno precedente) privilegiando soluzioni ampie
con maggiori comfort rispetto al passato, in zone della città dove il mercato rimane più accessibile. La difficoltà di accesso al credito, a seguito dell'incremento dei tassi di interesse, e le difficoltà di incontro tra domanda e offerta fanno sì che la domanda di abitazioni sia maggiormente orientata agli affitti, dove i canoni osservano la variazione più alta riscontrata tra le 13 città monitorate.

Nata a Perugia, classe 1963, Sabrina Busiri Vici è laureata in Scienze Politiche all'Università degli studi di Perugia. Giornalista professionista dal 1998. Nel 2005 entra nella redazione del Corrie...