Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Perugia Calcio, scontri tra tifosi del Grifo e del Cesena vicino lo stadio Curi: emessi 19 Daspo

scontri tifosi

Sono 19 i Daspo emessi dal questore di Perugia, Fausto Lamparelli, ai danni dei tifosi protagonisti degli scontri in occasione della partita di Serie C di calcio Perugia-Cesena. Di questi, 15 sono destinati ai tifosi bianconeri, gli altri 4 a quelli del Grifo. La rissa si è consumata lo scorso 23 dicembre in via Trasimeno Ovest, nelle vicinanze dello stadio Renato Curi. Il pronto intervento del personale, impiegato nei servizi di Ordine Pubblico, ha evitato gravi conseguenze alla sicurezza. Una volta sedato il tafferuglio, i vari contendenti sono scappati facendo perdere le proprie tracce. Dopo l'attenta visione delle immagini del sistema di videosorveglianza e delle riprese effettuate dalla polizia Scientifica, gli investigatori della Digos di Perugia, con la collaborazione della Digos di Forlì Cesena, sono risaliti all'identità dei tifosi responsabili. La gravità delle condotte, il pericolo per l'ordine e la sicurezza pubblica creato hanno indotto il Questore a emettere, nei confronti dei soggetti coinvolti, i provvedimenti di Daspo. Per i tifosi puniti sarà vietato l'accesso alle manifestazioni sportive di calcio, di Coppa Italia, di coppe internazionali, di campionato per un periodo che varia da 1 a 10 anni tenuto conto della gravità delle singole condotte. Per 15 di loro - appartenenti sia alla tifoseria perugina che cesenate - è stata anche applicata la prescrizione dell'obbligo di comparizione alla polizia Giudiziaria in occasione degli incontri di calcio disputati dal Perugia e dal Cesena, per un periodo variabile da 1 a 5 anni tenuto conto della gravità delle singole condotte.