Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Perugia, maxi rissa alla festa paesana: sono volati pugni e calci. Coinvolti una ventina di giovani

carabinieri

Botte da orbi alla sagra. E' successo nella serata di venerdì 7 giugno in una delle feste paesane alla periferia di Perugia. Offese, urla e spintoni hanno lasciato posto a pugni e calci nel giro di pochi secondi. Tutto sarebbe successo a stand ormai chiusi, alla fine della manifestazione organizzata in una delle frazioni della città: nel complesso sarebbero state contate una ventina di persone coinvolte nella zuffa. Non risultano denunciati né feriti ma è stato necessario l'intervento delle forze dell'ordine. Gli scontri iniziano intorno alle 1.15, poco dopo la chiusura dello spettacolo musicale con dj set. Un gruppo di ragazzini protesta per l'interruzione e lì si innesca la rissa. Interviene subito il servizio di sicurezza presente alla festa - era la serata d'esordio - e vengono chiamate le forze dell'ordine. Visto il numero delle persone coinvolte, intervengono una pattuglia della polizia, una dei carabinieri e in ausilio una della guardia di finanza. "Non c'è stato bisogno dell'ambulanza - spiega al Corriere dell'Umbria una delle organizzatrici della sagra - perché non ci sono stati per fortuna feriti. Prima dell'arrivo delle pattuglie i ragazzi si sono dileguati. Si tratta di un gruppo di giovani, stando a quanto si è appreso, che hanno creato problemi già in una sagra della zona terminata nei giorni scorsi. Hanno iniziato a protestare quando abbiamo fermato la musica, ma non potevamo fare altrimenti visto che già si era sforato sui tempi. A quel punto sono volati insulti e si è scatenato il parapiglia. Ma, come ripeto, si tratterebbe di un gruppo di giovanissimi - alcuni avevano il motorino - che va in cerca di scontri, come successo nei giorni scorsi". Le forze dell'ordine confermano l'intervento sul posto. C'è chi ha ripreso alcune scene della rissa con i cellulari: in vista di un ipotetico riconoscimento degli autori della scazzottata - nel caso in cui venga sporta una denuncia - potrebbero essere acquisiti dagli inquirenti. L'organizzazione della festa nelle prossime serate porrà comunque la massima attenzione, sollecitando il proprio servizio di sicurezza, all'eventuale presenza di questi soggetti alla sagra e in particolare nell'area dedicata ai giovani in cui si balla fin oltre la mezzanotte. Controlli ad hoc sono stati annunciati anche dal corpo delle forze dell'ordine assegnatario dei controlli nella zona da qui fino al termine della manifestazione.

Alessandro Antonini, 47 anni, giornalista professionista, è redattore del Corriere dellâ??Umbria dal 2003 e si occupa di politica, cronaca nera e giudiziaria. Ma non disdegna economia, sindacale, (m...