Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Perugia, opere d'arte nate dai rifiuti: da Kobe Bryant a John Lennon. Scart inaugura la mostra

progetto rifiuti

Una mostra per immaginare un mondo circolare. E' stata inaugurata a Perugia e Gubbio: Rigenera/Renew - Non sono/solo rifiuto. Il progetto espositivo nasce dalla collaborazione fra Fondazione Perugia e Gruppo Hera e propone una galleria di opere d'arte realizzate interamente da rifiuti. La mostra, che gode del patrocinio di Regione Umbria e dei Comuni di Perugia e Gubbio, si divide fra Palazzo Lippi Alessandri a Perugia e le Logge dei Tiratoi a Gubbio. La doppia esposizione, aperta al pubblico da giovedì 28 marzo fino all'8 settembre con ingresso gratuito, consente di avvicinarsi a una selezione di oltre mille opere realizzate in 25 anni da Scart, la piattaforma artistica del Gruppo Hera, che trasforma gli scarti industriali in opere d'arte con la collaborazione di prestigiose accademie di belle arti e altre importanti istituzioni culturali italiane. A Palazzo Lippi Alessandri, all'interno delle sale che ospitarono la sede della Cassa di Risparmio di Perugia, sono esposte statue e quadri, mentre alle Logge dei Tiratori di Gubbio hanno spazio prevalentemente figure animali. Tutto rigorosamente creato con rifiuti. La mostra sarà inoltre promossa da due opere posizionate fuori perimetro. Si tratta di una testa di Pinocchio, che trova posto all'interno del Museo della Scienza di Perugia (Post) e di un ritratto di Madre Teresa di Calcutta, alloggiato presso Palazzo Bonacquisti di Assisi, altro edificio museale di proprietà di Fondazione Perugia. All'interno del salone che ospitò i clienti, accoglie i visitatori la collezione di statue Donne e uomini business. Si tratta di figure professional, in posture dinamiche, ognuna realizzata con materiali diversi. Oltre il bancone sportelli, dove un tempo operavano gli impiegati della banca perugina, si può ammirare una collezione di ritratti in grande formato, sono state riprodotte immagini di personaggi internazionali dello sport, della cultura e della vita politica, fra cui Maradona, Paola Egonu, Kobe Bryant, Elisabetta II, Andy Warhol, Frida Kahlo, Amy Winehouse, John Lennon e tanti altri. Completa la mostra, nell'antica sala del consiglio d'amministrazione, una rassegna di altre statue, questa volta di sportivi in azione: un ciclista, un cestista, una pallavolista e una ginnasta. "La cultura può essere uno strumento formidabile per divulgare la consapevolezza ambientale" ha affermato Cristina Colaiacovo, presidente di Fondazione Perugia. "Per il Gruppo Hera portare Scart a Perugia e Gubbio è una doppia, grande, opportunità", spiega Isabella Malagoli, amministratore delegato Hera "Da un lato, perché esporre le opere in questa culla di cultura e bellezza, aggiunge ulteriore forza comunicativa al progetto Scart. Dall'altro, perché ci consente di veicolare in Umbria i valori che stanno alla base del nostro lavoro: promozione della sostenibilità in ogni sua forma"

progetto rifiuti
kobe bryant

Nata a Perugia, classe 1963, Sabrina Busiri Vici è laureata in Scienze Politiche all'Università degli studi di Perugia. Giornalista professionista dal 1998. Nel 2005 entra nella redazione del Corrie...