Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Perugia, si può chiedere il passaporto anche negli uffici postali: ecco dove è possibile

questura di perugia

In alcuni comuni dell'Umbria è possibile chiedere il passaporto anche negli uffici postali. Nell'ambito della convenzione firmata tra Poste italiane, Ministero dell'Interno e Ministero delle imprese e del made in Italy, è stato avviato anche in provincia di Perugia, all'interno del progetto Polis il servizio, che nei comuni di Bastardo, Lisciano Niccone, Magione, Passaggio di Bettona e Tuoro sul Trasimeno, permetterà ai cittadini di presentare le istanze di rilascio del passaporto anche presso gli sportelli di Poste Italiane, senza la necessità di doversi recare in Questura o nei commissariati. Il progetto Polis si colloca nell'ambito dei progetti attuati con i fondi del Pnrr e cofinanziati dallo Stato con l'intento di avvicinare la pubblica amministrazione al cittadino, rendendo fruibili in modalità digitale i servizi resi dalle amministrazioni attraverso sportelli di prossimità. Grazie al progetto Polis, infatti, l'utenza dei comuni sopracitati potrà richiedere direttamente il rilascio del documento per l'espatrio all'operatore del più vicino ufficio postale, al quale, dopo aver pagato il bollettino per il passaporto ordinario della somma di 42.50 euro, dovrà consegnare un documento di identità valido, il codice fiscale, una fotografia e una marca da bollo. Presso gli sportelli di Poste Italiane sarà anche possibile per l'operatore raccogliere le informazioni e i dati biometrici del cittadino (impronte digitali e foto), che verranno successivamente inviati in Questura per il rilascio del documento di espatrio. In caso di nuovo rilascio, invece, il cittadino dovrà consegnare all'operatore dell'Ufficio Postale anche il vecchio passaporto o la copia della denuncia di smarrimento o furto del vecchio documento. Il cittadino, al momento dell'istanza, potrà altresì richiedere la consegna del documento presso il proprio domicilio grazie al servizio di Poste Italiane.