Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Perugia, caso di parto precipitoso all'ospedale: è nata una bambina direttamente al Pronto soccorso

pronto soccorso

Nel giorno di San Valentino alle ore 4.10 di mercoledì 14 febbraio è nata una bambina con parto precipitoso nella sala rossa del Pronto soccorso di Perugia diretto dal dottor Paolo Groff. Il padre dopo essersi reso conto dell'imminente arrivo della piccolina, è corso in macchina direttamente al Pronto soccorso per accompagnare la moglie giunta alla 40esima settimana di gravidanza. Non appena varcata la soglia la signora è stata subito assistita dal personale sanitario durante il parto spontaneo precipitoso che si è concluso nel giro di pochi minuti. Ad assistere mamma e figlia i medici di emergenza, Giorgia Manina e Matteo Scavizzi e le infermiere Sara Marinacci e Luisa Carrese. "La bimba sta bene è in camera con la sua mamma. - aggiunge il dottor Saverio Arena, direttore di Ostetricia e Ginecologia dell'azienda ospedaliera di Perugia - Il parto precipitoso è un evento che si stima affligga l'1-3% dei parti e consiste in un travaglio ed un parto con una durata inferiore alle 3 ore. In questo tipo di parti - continua - è necessario prestare un'assistenza puntuale, tempestiva ed efficace poiché essi sono gravati da un maggior numero di complicanze. Dunque, un plauso particolare al personale del Pronto soccorso di Perugia che ha efficacemente assistito la mamma e la piccola".

Francesca Marruco, classe 1980, giornalista professionista è redattrice al Corriere dell'Umbria. Si occupa principalmente di cronaca nera e giudiziaria. Dalla pandemia in poi, che ha costretto tutti ...