Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Perugia, il poeta ternano Luigi Cordinonne vince la Bartocciata con un componimento su Bandecchi

bartocciata Luigi Cordinonne riceve la targa del vincitore dal Bartoccio

E' un poeta ternano il vincitore della Bartocciata 2024. E' la prima volta nella storia della gara che si aggiudica il primo posto una bartocciata in dialetto diverso da quello perugino. In occasione della cerimonia è stata consegnata la targa del vincitore a Luigi Cordinonne con Lu sindicu de Terni, in dialetto ternano. Il pubblico perugino ha apprezzato la sua simpatia e la graffiante ironia, nonché la musicalità del suo dialetto. Presente Renzo Zuccherini, presidente della Società del Bartoccio, che è intervenuto nel corso della cerimonia: "Siamo felici di questo risultato, che dimostra che Perugia oggi non è più il borgo chiuso in sé stesso, ma è ormai formata da cittadini che provengono non solo da tutta la regione, ma da tante regioni italiane e da tanti paesi, con tante presenze culturali che arricchiscono la città e si contaminano nel segno dell'apertura". Curioso e sorprendente il fatto che, il sindaco di Terni, si sia dimesso poco dopo la bartocciata. Secondo il Bartoccio, non ha retto alla satira graffiante del componimento, e si è dovuto arrendere anche il sindaco più spavaldo e imprevedibile di sempre.

Andrea Pescari dopo la laurea triennale al corso di Scienze della comunicazione dell'Università di Perugia, ha conseguito la magistrale in Comunicazione pubblica, digitale e d?impresa con una tesi su...