Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Perugia, perde una mattinata per le analisi del sangue. Una lettrice: "Dovevo solo pagare un ticket"

cup san sisto

"L'odissea è iniziata presto, alle prime ore della mattina. Forse per questo è stato ancora più complicato pagare un ticket e poi fare le analisi del sangue". E' così che attacca la lettera una nostra lettrice che si firma Marina. Lei racconta: "Alle 7 mi sono recata all'appuntamento, preso online, al centro salute di Madonna Alta per fare il prelievo. Purtroppo, non avevo pagato il ticket con la stessa procedura online e speravo di pagarlo direttamente in loco. Nulla. Una operatrice del presidio avverte gentilmente dicendo che non c'è possibilità di pagare in quella stessa struttura, bisogna recarsi in una farmacia o in uno dei cup della città, il più vicino è forse San Sisto. Perciò ribatto se possono fare le analisi e poi andare a pagare. Ormai sono lì. Non si può. Scatta quindi la diaspora tra farmacie ancora chiuse e file al cup di San Sisto raggiunto in ritardo con il rischio però di far saltare l'appuntamento per il prelievo, perché nel presidio di San Sisto non è possibile fare il prelievo con la prenotazione presa a Madonna Alta. Complicato ma capisco e mi adeguo. Il tutto si risolve fra file doppie e ripetute. Un paio di ore perse. Eppure mi ero alzata molto presto. La razionalizzazione del sistema sanitario passa anche attraverso una migliore comunicazione con l'utente. Penso fra me tornano da casa. C'è ancora molto da fare"