Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Perugia, l'aereo ritarda 4 ore e la passeggera ottiene dal giudice di pace 250 euro di rimborso

aereo aeroplano

Il volo porta un ritardo di oltre 4 ore e la titolare del biglietto ottiene un rimborso di 250 euro. E' stato l'aereo della Ryanair sulla tratta Perugia-Catania a ritardare in maniera notevole, cambiando tutti i piani previsti in precedenza. Anziché atterrare alle 14.45, come da programma, è giunto all'aeroporto di Catania solamente alle 18.51. E' italiarimborso.it a spiegare che il ritardo, avvenuto il 31 marzo 2023, ha causato non pochi disagi alla passeggera e ovviamente agli altri che prendevano posto sull'aereo. Sulla questione è intervenuto il Giudice di Pace di Perugia, che, pochi giorni fa, ha disposto che Ryanair dovrà sborsare il pagamento di 250 euro nei confronti della donna. "Il Giudice di Pace di Perugia ? commenta ItaliaRimborso, che ha difeso la passeggera ? ha applicato il Regolamento Comunitario 261/2004, che tutela i passeggeri anche in casi di ritardo aereo. Oltre le tre ore di ritardo, infatti, i passeggeri possono richiedere la compensazione pecuniaria. Nella fattispecie non vi erano circostanze di sciopero o di condizioni meteo avverse". ItaliaRimborso punta a far valere i diritti dei viaggiatori ed ancora una volta ha ricevuto una sentenza accolta, accaduto come il 97,8% dei casi. Per attivare l'assistenza, senza alcun prezzo, passeggeri interessati possono compilare il form presente nell'homepage del sito italiarimborso.it.