Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Elezioni a Orvieto, l'ex comandante della Stradale Spagnoli va con il centrodestra ed entra in FdI

Fratelli d'Italia, entra Stefano Spagnoli Fratelli d'Italia, entra Stefano Spagnoli (al centro)

"Aderisco a Fratelli d'Italia perché c'è un progetto comune per il bene di Orvieto. Questa deve essere la priorità: il mio sostegno alla candidatura di Roberta Tardani garantirà compattezza al centrodestra e soprattutto non favorirà il centrosinistra, che negli ultimi anni ha creato solo disastri in città".
Così Stefano Spagnoli ha annunciato la sua adesione a Fratelli d'Italia e il suo appoggio alla candidatura a sindaco di Roberta Tardani in vista delle elezioni amministrative di giugno 2024, che interesseranno anche il comune in provincia di Terni. Insieme a Spagnoli, ex comandante della polizia stradale di Orvieto, in conferenza stampa nella sala del Bar Montanucci, erano presenti Alberto Rini, segretario provinciale di Fratelli d'Italia, e Alfredo De Sio, membro dell'esecutivo nazionale e da adesso coordinatore della campagna elettorale a Orvieto per Fratelli d'Italia. Presente anche Eleonora Pace, capogruppo in Regione Umbria di Fratelli d'Italia.
"Ringrazio Fratelli d'Italia per la stima - ha spiegato Spagnoli - e per il percorso che abbiamo portato avanti insieme in questi giorni. Non è stato facile vista la mia candidatura a sindaco: la mia decisione non è stata presa a cuor leggero, ma sono giunto alla conclusione che non bisogna sempre e solo pensare ad ambizioni personali. Bisogna lavorare per un obiettivo, e il mio è quello di migliorare le condizioni dei cittadini orvietani. Per farlo, per senso di responsabilità, ho deciso di aderire al progetto di Fratelli d'Italia. Il bene comune viene prima dei personalismi e se non avessi preso questa decisione avremmo spalancato un'autostrada alla sinistra, che negli anni passati ha portato solo disastri alla città. Sono sicuro che con Fratelli d'Italia faremo un percorso di analisi e di crescita condivisa, come succede nei partiti e nelle coalizioni".