Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Orvieto, graffiti sulle mura di tufo e degrado nel percorso pedonale che porta al pozzo San Patrizio

murales Orvieto

"L'altra mattina volevo fare una passeggiata approfittando del percorso pedonale di collegamento tra la fortezza Albornoz e il pozzo di San Patrizio, da poco realizzato dal Comune di Orvieto, dopo tante lungaggini burocratiche, ma a metà del tracciato ho trovato la porta chiusa insieme ad un cumulo di foglie. Immagino e spero sia una situazione provvisoria. A quel punto sono tornato indietro e non ho potuto far altro che soffermarmi a guardare un po' le nuove scritte realizzate con lo spray sulle mura di tufo. Al solito nessun capolavoro di street art, ma scarabocchi e disegni osceni". Lo segnala un lettore specificando che nelle sue parole "non c'è alcuna polemica, piuttosto l'amara constatazione di quanto sia facile per qualcuno imbrattare la cosa pubblica e di quanto, a dispetto degli annunci, tante zone di uno dei più bei centri storici dell'Umbria siano lasciate a se stesse. Compresa - aggiunge - la rocca, la cui fortificazione risalirebbe al 1364 e che ospita i principali giardini pubblici della città". Ora si chiedono più controlli mirati anche con l'utilizzo di impianti di videosorveglianza in tutta la zona.