Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Utile netto da 7.7 miliardi per Intesa Sanpaolo. Il ceo Messina: "Il migliore anno di sempre"

Carlo Messina Il ceo Carlo Messina

Intesa Sanpaolo ha riportato un utile netto per il 2023 di 7,7 miliardi di euro trainato dagli interessi netti. Lo riferisce la banca in una nota diffusa in seguito all'approvazione dei risultati d'esercizio e consolidati al 31 dicembre 2023 da parte del consiglio di amministrazione. L'utile netto è aumentato del 76,4% rispetto ai 4,379 miliardi riportati per l'esercizio del 2022. Il risultato corrente lordo è in crescita del 64,6% a 12.058 milioni di euro, da 7.325 milioni del 2022. Il risultato della gestione operativa è in aumento del 31,4% rispetto al 2022.
L'attuazione del Piano di Impresa 2022-2025 di Intesa Sanpaolo "procede a pieno ritmo e le iniziative industriali chiave sono ben avviate, con una prospettiva di utile netto per il 2024 e per il 2025 superiore a 8 miliardi di euro". "Intesa Sanpaolo nel secondo anno di realizzazione del Piano d'Impresa ha superato gli obiettivi previsti a fine 2025?. Lo afferma in una nota Carlo Messina, Consigliere Delegato e Ceo di Intesa Sanpaolo. "Il nostro è un modello unico: la profittabilità elevata e sostenibile trae forza dalla consolidata leadership commerciale delle divisioni al servizio di famiglie e imprese; dalla significativa componente del Wealth Management and Protection, dall'offerta digitale tecnologicamente avanzata, dalla gestione delle attività internazionali improntata all'efficienza e dalla nostra condizione di Banca Zero Npl. Nel 2024 proseguiremo nel disegnare le nuove strategie di leader europeo, mantenendo l'impegno verso il più importante progetto per la coesione sociale nel Paese, con rilevante beneficio per tutti gli stakeholders", ha affermato. "Un progetto reso possibile dalla solidità e dalla redditività della banca: l'utile netto nel 2023 è stato di 7,7 miliardi, il migliore anno di sempre; considerando i 300 milioni impegnati nel 2023 nel progetto per il sociale, l'utile netto sfiora gli 8 miliardi di euro. Le previsioni per il 2024 e 2025 sono di un utile netto superiore agli 8 miliardi".
Intesa Sanpaolo proporrà all'assemblea degli azionisti "dividendi complessivi pari a 5,4 miliardi di euro (2,6 miliardi di acconto dividendi 2023 pagato a novembre 2023 e proposta di 2,8 miliardi di saldo dividendi 2023 da pagare a maggio 2024)" e l'intenzione di "eseguire un buyback pari a circa 55 centesimi di punto di Common Equity Tier 1 ratio al 31 dicembre 2023 da avviare a giugno 2024 subordinatamente all'approvazione della BCE e dell'Assemblea", ha fatto sapere ancora la banca.