Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Social, ansia e astinenza: adolescenti a rischio. Un giovane su 10 può diventare schiavo

giovani social

I giovani italiani rischiano di diventare veri e propri schiavi dei social. Dall'ansia di accedere alle app, alla voglia di trascorrere sempre più tempo online; dal rischio di astinenza quando non possono consultare i loro profili, all'incapacità di controllare il tempo. Non solo: altre attività trascurate e tensioni con gli altri. L'uso dei social rischia di essere molto più pericoloso di quanto previsto. Almeno stando al Report sulle tecnologie digitali, l'uso e le potenziali problematicità di strumenti all'interno della popolazione adolescenziale, ricerca pubblicata dall'Iss nell'ambito dello studio multicentrico internazionale Hbsc (Health Behaviour in School-aged Children) e svolta in collaborazione con l'Ufficio regionale per l'Europa dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms). Quattro giovanissimi su cinque utilizzano i social ogni giorno e uno su dieci rischia di sviluppare un uso problematico con ricadute sul suo benessere psico-fisico. Lo studio ha riguardato 89.321 ragazzi e ragazze tra gli 11 e i 17 anni di tutta Italia. Le adolescenti rischiano più dei maschi in tutte le fasce di età, in particolare a 13, 15 e 17 anni. Per i ragazzi il picco del rischio si registra a 11 anni per poi diminuire progressivamente.