Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Città di Castello, nati 5 cigni al parco Rignaldello: magia della natura che si rinnova da 30 anni

cigni nati

Il miracolo della vita si è rinnovato anche in questa primavera nel parco comunale di Rignaldello, dove tre giorni fa sono venuti alla luce cinque cigni. Nella Casa dei cigni di Città di Castello, nella quale ogni anno si ripete puntuale una piccola meraviglia della natura, è tornata l'aria di festa che circonda sempre la nascita dei piccoli ospiti che vanno a popolare il lago posto al centro dell'area verde. Una gioia per gli occhi dei bambini che tutti i giorni vengono a giocare con i genitori e i nonni, davanti ai quali la magia della vita si è manifesta in tutta la sua autenticità e in tutta la sua perfezione. Checco e Gisella, i cigni adulti che da anni vivono nel parco, hanno fatto un altro regalo alla comunità tifernate, così affezionata e legata a una presenza e a una tradizione che poche città e pochi territori hanno la fortuna di vantare. Subito a loro agio nelle acque del lago dopo il parto, i piccoli uccelli acquatici hanno iniziato a circumnavigare la loro nuova dimora. Sempre in fila dietro a mamma Gisella, sotto lo sguardo vigile di papà Checco, hanno subito fatto amicizia con gli amici che ogni primavera accudiscono le nuove covate: Alberto Alunni, consigliere della sezione di Città di Castello dell'Arci Caccia che gestisce in convenzione da oltre vent'anni l'area verde comunale, e il presidente del sodalizio Luigi Falleri. Sono già tanti coloro che hanno fatto tappa nel parco per le immancabili foto e per i selfie che ritraggono la bellezza e la delicatezza dei primi momenti di vita dei piccoli cigni, a due passi dalle testimonianze artistiche del maestro Alberto Burri. L'anno scorso erano stati sette i figli, uno dei parti più numerosi mai registrati al parco di Rignaldello, dove il miracolo della vita è un dono puntuale della natura da oltre 30 anni, da quando si stabilì Checco, che era stato rinvenuto ferito lungo la superstrada E45.

cigni nati
cigni nati