Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Bastia Umbra, minorenne vittima di ripetute molestie sessuali. Arrestato un uomo di 47 anni

molestie bambina

Ha molestato sessualmente, e ripetutamente, una bambina di età inferiore ai 14 anni. Arrestato un uomo di 47 anni, originario dell'est Europa. Secondo quanto riportato in una nota della procura di Perugia a firma del procuratore Raffaele Cantone, le indagini sono iniziate dopo la denuncia presentata a fine 2023 dalla madre della bambina. La minore avrebbe confidato alla mamma di essere stata più volte vittima di molestie sessuali da parte del 47enne, legato alla famiglia da vincoli parentali e vicino di casa nella zona di Bastia Umbra. Gli episodi di violenze sarebbero iniziati, secondo quanto scritto nella nota della procura, circa 4 o 5 anni prima. Sono state raccolte informazioni da numerose persone appartenenti al nucleo familiare della minore. Le dichiarazioni rilasciate hanno permesso di emettere un decreto di perquisizione personale, locale e informatica, nei confronti dell'indagato. Con gli apparati telefonici dell'uomo sono state ricostruite le chat di conversazioni tra lui e la minorenne, nonostante fossero state cancellate dal diretto interessato. E' emerso - continua la nota della procura - che l'indagato ha costretto la bambina a subire le sue molestie e che, in caso di rifiuto, ci sarebbero state gravi conseguenze per la salute e l'incolumità propria e dei familiari. Dalle indagini del telefono della ragazzina è stato appurato come lei stessa ha chiesto più volte all'uomo di essere lasciata in pace. Le risultanze delle indagini, dalle dichiarazioni coerenti dei testimoni ai tabulati telefonici e così via, hanno consentito alla procura di chiedere la misura cautelare della custodia in carcere. Il Gip "valutata la sussistenza del pericolo concreto ed attuale di reiterazione del reato, sussistendo sia il pericolo di inquinamento probatorio nonché quello del pericolo di fuga" ha emesso l'ordine di carcerazione. Il 47enne, avuto notizie dell'esito delle indagini, si è allontanato dalla sua residenza. I carabinieri delegati hanno rintracciato l'uomo a Roma e l'hanno arrestato. L'indagato è stato tradotto nel carcere Regina Coeli di Roma.