Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Maestà di Assisi, restaurato l'affresco di Cimabue nella basilica di San Francesco. Svelata l'opera

opera restaurata La Maesta d'Assisi di Cimabue

Svelata la Maestà di Assisi in tutto il suo splendore. L'affresco Madonna in trono col bambino, angeli e san Francesco di Cimabue è stato restaurato. Nella giornata di venerdì 16 febbraio, si è tenuta la conferenza stampa per la conclusione dei lavori. Sono stati realizzati da un equipe della Tecnireco, diretta dal capo restauratore della Basilica di San Francesco prof. Sergio Fusetti, grazie al contributo della casa automobilistica Ferrari. Il progetto è partito a gennaio 2023, dopo 50 anni dall'ultimo intervento effettuato sull'opera. L'opera è situata nella parte destra del transetto settentrionale della chiesa inferiore della Basilica di San Francesco. "L'affresco - ha scritto in una nota il Sacro Convento di Assisi - è celebre non solo per la raffigurazione della Vergine in trono, ma anche per quello che si ritiene essere uno dei ritratti più antichi e affidabili di San Francesco stesso, realizzato, secondo la tradizione, sulla base delle indicazioni di chi lo aveva conosciuto personalmente". "Sono estremamente grato al professor Fusetti e all'equipe della Tecnireco, e ovviamente a Ferrari - ha dichiarato fra Marco Moroni, custode del Sacro Convento -, per la sinergia che ha permesso di portare a nuovo splendore un'immagine che non è solo un'opera d'arte, ma è - anzitutto per noi francescani e per tutti i devoti del Santo - un richiamo dall'alto valore simbolico alla figura e ai valori di San Francesco stesso". Quello del restauro della Maestà di Cimabue rientra nel più ampio progetto di interventi di manutenzione e conservazione del patrimonio presente all'interno della Basilica di San Francesco.

Andrea Pescari dopo la laurea triennale al corso di Scienze della comunicazione dell'Università di Perugia, ha conseguito la magistrale in Comunicazione pubblica, digitale e d?impresa con una tesi su...