Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Giudice sportivo, mani al volto dell'arbitro: 10 giornate di squalifica

Giudice sportivo I provvedimenti del giudice sportivo in questa settimana

Il giudice sportivo ha avuto il suo bel da fare anche nel corso dell'ultima giornata nei campionati dilettantistici umbri. In particolare, in Seconda categoria si registra un'ammenda di 150 euro a carico del Deruta "perché, al termine della gara - si legge nel comunicato del giudice sportivo territoriale del Cru, Comitato Regionale Umbro della Lnd -, due tifosi chiaramente riconducibili alla società Deruta calcio, rompevano la rete di un cancello che separa la tribuna dal recinto di gioco cercando di entrare in contatto con i giocatori della squadra avversaria non riuscendovi perché fermati prontamente da tesserati del Deruta". Dieci turni di squalifica, invece, per il calciatore dello Junior Carpine Magione, Bellavita, perché "espulso per doppia ammonizione, alla notifica del provvedimento, appoggiava le mani, in maniera irriguardosa, al volto dell'arbitro senza provocare dolore e lo apostrofava con epiteto irriguardoso". Sono, invece, 12 le giornate di stop nel campionato Under 17 A2 regionale a carico di un tesserato del Don Bosco "perché, dopo essere stato espulso per blasfemia, con condotta gravemente irriguardosa colpiva la mano dell'arbitro che sorreggeva il cartellino rosso, provocandogli dolore che, tuttavia, spariva poco dopo".