Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Umbria, individuate le otto priorità infrastrutturali della regione nell'indagine di Uniontrasporti

Giorgio Mencaroni L'intervento di Giorgio Mencaroni, presidente della Camera di commercio dell'Umbria

Martedì 26 settembre, è andato in scena il convegno alla Camera di commercio dell'Umbria, a Perugia, dal titolo Le strategie infrastrutturali del mondo economico per un'Umbria più competitiva, organizzato dall'Ente camerale in collaborazione con Uniontrasporti. Sono intervenuti Giorgio Mencaroni, presidente della Camera di commercio dell'Umbria e Enrico Melasecche, assessore regionale alle infrastrutture. Mencaroni ha preso parola dicendo che c'è "piena consapevolezza dell'assoluta necessità di dotare l'Umbria di un sistema infrastrutturale, materiale e immateriale, robusto e interconnesso". L'assessore Melasecche aggiunge: "Abbiamo lavorato intensamente per progettare, intervenire e correggere e siamo alla vigilia, se tutto andrà bene, di una nuova primavera per le infrastrutture umbre". Nel corso del convegno sono state individuate le otto priorità infrastrutturali umbre, emerse all'interno dell'Indagine nazionale 2023 sui fabbisogni logistici e infrastrutturali del sistema economico, realizzata da Uniontrasporti e Unioncamere. Le prime quattro, quelle più sentite dalle imprese del territorio, sono state definite come ultrapriorità e sono le seguenti: il potenziamento e la velocizzazione della linea ferroviaria Foligno-Perugia-Terontola; il completamente del Quadrilatero Umbria-Marche; la realizzazione della Piastra Logistica Umbria e il Nodo stradale di Perugia. A completare il quadro delle otto priorità: la Stazione Alta velocità Media Etruria;il potenziamento e lo sviluppo della direttrice ferroviaria Orte-Falconara; il potenziamento e velocizzazione della direttrice ferroviaria Terni-Rieti; la Superstrada Due Mari E-78 Grosseto Fano.