Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Medio Oriente in fiamme, manca la paura

guerra medio oriente

C'è l'odio e manca la paura. Se ci fosse paura sarebbe ancora forte la speranza di evitare, anche questa volta, un conflitto molto più ampio, perfino globale. La paura ti permette di ragionare, di valutare attentamente rischi e possibili errori. Senza la paura c'è solo la volontà di superare ogni limite. Se non c'è la paura, non c'è piena consapevolezza. Non c'è il dubbio di poter sbagliare. Non c'è il timore di giustiziare gli innocenti. Di confondere una ragazza che balla in un rave per il nemico da rapire e poi abbattere; un bambino per un terrorista; tutti i palestinesi per i tagliagole di Hamas; tutti gli occidentali per gli oppressori dell'Islam. Hamas ha agito senza paura. Israele è pronta a rispondere senza paura. E il mondo intanto guarda. E, purtroppo, guarda senza paura.

Sergio Casagrande inizia l'attività giornalistica all'età di 14 anni, nel 1981, come collaboratore de Il Tempo e della Gazzetta di Foligno. E' stato il più giovane pubblicista (1985), il più giov...