Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Lotta ai tumori, Giuseppe Servillo e Sandro Carletti a cena tra ricerca e chirurgia

Sandro Carletti e Giuseppe Servillo Il neurochirurgo Sandro Carletti e il patologo Giuseppe Servillo

Non solo assistenza domiciliare ai pazienti malati di tumore, l'Aucc è in primissima linea anche sul fronte della ricerca. A coordinare i lavori sono il professor Giuseppe Servillo, professore associato di patologia generale, dipartimento di medicina e chirurgia dell'Università di Perugia, componente del comitato tecnico scientifico della stessa Aucc e la collega Maria Agnese della Fazia.
L'Aucc è fortemente convinta che solo attraverso lo studio e la ricerca si possa sconfiggere il cancro e ogni anno "finanzia progetti di ricerca in collaborazione con l'Università di Perugia e altre prestigiose università nazionali e internazionali. Investe sulla formazione di giovani scienziati con il conferimento di borse di studio, premi di laurea e scuole di specializzazione. Favorisce l'analisi e gli studi sulle aree maggiormente a rischio in relazione a particolari fattori ambientali. Finanzia corsi di aggiornamento per l'equipe di medici, ricercatori e volontari. Promuove ricerche di tipo epidemiologico per valutare le aree di rischio nel territorio della regione Umbria in relazione prevalentemente a fattori ambientali".
E la cena di gala di San Martino al Castello di Solfagnano, si è rivelata occasione di incontro per il professor Servillo con un altro medico umbro considerato eccellenza nel suo campo, il professor Sandro Carletti, neurochirurgo, a lungo Direttore della struttura complessa di Neurochirurgia dell'Azienda ospedaliera di Terni, attualmente direttore della struttura di Neurochirurgia della clinica Ifca di Firenze, Gruppo Giomi. I due si sono confrontati a lungo sulle patologie oncologiche. Servillo ha illustrato le sue ricerche più recenti, Carletti alcuni interventi chirurgici particolari per i tumori al cervello: "Non bisogna mai mollare e mai arrendersi", è stato il claim che si sono più volte ripetuti in un dialogo particolarmente intenso.
Il fronte della ricerca è un settore attivissimo nella lotta al cancro. Nel corso degli anni i progressi sono stati notevoli e spesso determinanti. Purtroppo il comparto è sempre alle prese con la mancanza di fondi. L'Aucc in proposito ha ideato e organizzato il progetto annuale "Adotta un Ricercatore - Aucc" che permette, con varie iniziative, di poter finanziare una borsa di studio per la ricerca a beneficio di un ricercatore o ricercatrice in campo oncologico. Lo scorso agosto sono state assegnate cinque borse di studio ad altrettanti studiosi dell'Università di Perugia.

Giuseppe Silvestri, caporedattore web nell'ufficio di direzione. Ascolano, classe '67, ha iniziato a scrivere per i quotidiani a 17 anni. Al Gruppo Corriere dal 1995. Dopo esperienze in tutti i settor...