Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Morti e feriti, la tempesta Ciaran si abbatte sull'Europa. Bilancio tragico. Venti oltre 200 kmh

tempesta Ciarán Una foto scattata sulla costa inglese

Almeno sette morti e decine di ferite. E' drammatico il primo bilancio dell'impatto che la tempesta Ciaran ha avuto sul nord Europa. Era stata annunciata come devastante e tale si è dimostrata, con piogge torrenziali e venti fino a 200 chilometri orari. Sono state danneggiate centinaia di case e molte scuole hanno sospeso le lezioni. Servizi sono stati interrotti da compagnie aeree e ferroviarie. Un disastro. E' stato The Guardian a tracciare il primo conteggio dei decessi, cosa non facile visto che sono numerosi i Paesi colpiti. A partire dalla Francia dove la tempesta ha investito in particolare la zona nord. Nel dipartimento dell'Aisne un camionista è stato ucciso dalla caduto di un albero, mentre un 70enne ha perso la vita precipitando da un balcone a causa del vento. In Spagna una pianta ha travolto quattro persone nel centro di Madrid: una donna morta e tre feriti. Due morti anche in Belgio: una turista tedesca di 64 anni e un bambino di 5, entrambi colpiti dai rami. E anche nei Paesi Bassi, a Venray, una persona è stata schiacciata da un albero. Un'altra tedesca, 46 anni, è morta nel corso di un'escursione nelle montagne dell'Harz, era con il marito e i suoi due figli. Decine di persone ferite in Bretagna, sempre a causa della cadute di piante e rami. Nel Finisterre i venti hanno raggiunto i 207 chilometri orari. Un milione e 200mila persone sono rimaste senza energia elettrica. Le autorità hanno chiuso parchi, strade, campeggi, foreste e lungomare. Cancellati i treni locali. Diverse abitazioni evacuate a Brest dove una gru si è abbattuta su una casa. Nelle prossime ore il maltempo dovrebbe abbattersi anche sull'Italia: venti meno forti, ma piogge di notevole intensità.